Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Proteste di piazza in Georgia a sostegno dell’indipendenza dei media

L'opposizione si è schierata contro la decisione della Suprema Corte di riportare la tv Rustavi-2 nelle mani del suo ex proprietario, vicino al governo

Di TPI
Pubblicato il 3 Mar. 2017 alle 18:02 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 11:37
0
Immagine di copertina

Centinaia di persone sono scese in piazza a Tbilisi, capitale della Georgia, per protestare contro le pressioni del governo sugli organi di informazione. La dimostrazione è arrivata dopo che la Corte suprema ha deciso di riconsegnare l’emittente televisiva Rustavi-2 al suo precedente proprietario, Kibar Khalvashi che è vicino a Ivanishvili, il miliardario fondatore dell’attuale partito di governo del paese.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Fino a questo momento il canale è stato considerato la principale voce dell’opposizione in Georgia, vista la sua attività di pubblicazione di una serie di rapporti critici nei confronti dei provvedimenti dell’esecutivo. 

Khalvashi aveva dato il via alla vicenda giudiziaria perché riteneva di essere stato costretto dal precedente governo georgiano a vendere la sua attività a un prezzo troppo basso. L’opposizione georgiana, però, considera questa manovra un tentativo di Ivanishvilli di riportare l’emittente sotto il suo controllo. 

Anche l’ambasciata degli Stati Uniti in Georgia e il rappresentante regionale dell’Osce hanno espresso preoccupazione per il mantenimento dell’indipendenza dei media nel paese. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.