Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Proteste in Cile, il presidente Piñera chiede “perdono” e promette 10 riforme sociali

Immagine di copertina
Sebastian Piñera Credit: Twitter

15 morti e una lunga scia di violenze, ma a Santiago e nelle altre città del Cile, le manifestazioni hanno piegato il governo. Sebastián Piñera, isolato, chiede perdono e annuncia misure sociali per colmare le disuguaglianze

Proteste in Cile, il presidente Piñera chiede “perdono” e promette riforme

Dopo le violente proteste in in Cile, il presidente Sebastian Piñera “ha chiesto perdono” per non aver compreso la drammaticità della situazione sociale esistente nel paese, ed ha annunciato una serie di proposte per “una agenda sociale di unità nazionale”. Un cambiamento di tono inaspettato dopo la dichiarazione di essere in “guerra” rilasciata solo due giorni fa.

Le proteste in Cile sono iniziate dopo l’annuncio dell’aumento dei biglietti della metropolitana di Santiago fino a 831 pesos (circa 1 euro). Gli scontri si sono verificati venerdì 18 quando i manifestanti, per la gran parte studenti universitari e delle scuole superiori, hanno colpito alcune stazioni della metropolitana della capitale. La polizia ha risposto con gas lacrimogeni e cariche.

Le promesse di Piñera

In un discorso dal Palazzo della Moneda dopo un incontro con i partiti politici, Piñera ha detto di “aver ascoltato la gente”, manifestando comunque preoccupazione per l’ordine pubblico e chiedendo il ritorno del Paese alla “normalità” dopo i disordini cominciati venerdì per l’aumento del biglietto della metropolitana. Al tavolo non partecipano né il Partito Socialista né la sinistra di Frente Ampio.

I socialisti sostengono che “il dialogo sia indispensabile e urgente ma deve essere un dialogo aperto e l’appello del presidente non soddisfa queste condizioni”, come ha detto il capogruppo al Parlamento Manuel Monsalve. Mentre la sinistra più radicale per trattare con il presidente chiede che al tavolo partecipino pure le forze sociali

Il capo dello Stato ha promesso di voler intervenire con dieci misure sociali, molte delle quali riguardanti le pensioni che sono fra le più basse del pianeta. Piñera proporra un aumento del 20 per cento delle pensioni minime. Altra norma riguarderà il congelamento delle tariffe dell’energia elettrica e si interverrà inoltre per ridurre il costo della salute e dei farmaci, aumentare il salario minimo e creare una imposta sulla ricchezza.

Il triste bilancio delle proteste

Intanto, il bilancio dei morti nelle proteste è salito a 15 nel fine settimana, mentre il numero degli arresti è salito a 1500 in tutto il Paese.  Secondo gli inquirenti quattro persone sono morte sotto i colpi delle forze dell’ordine e 11 in incendi scoppiati dopo il saccheggio di fabbriche e magazzini. 239 civili sono stati feriti, secondo le organizzazioni dei diritti civili 84 per colpi di arma da fuoco, così come 51 militari e poliziotti e 2.643 persone sono state arrestate.

Leggi anche:

Cosa sta succedendo in Cile

Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri