Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il folle progetto degli scienziati per ricongelare il polo nord

Immagine di copertina

Alcuni ricercatori hanno proposto un piano per contrastare lo scioglimento dei ghiacciai artici. Servirebbero 400 miliardi di euro e 100 milioni di tonnellate d'acciaio

Le temperature nell’Artide sono 20°C più elevate rispetto alla media annuale, con gravi conseguenze per lo scioglimento dei ghiacci e l’innalzamento del livello delle acque. La comunità scientifica mondiale lancia da anni messaggi per fermare questa situazione, ma l’interesse dei governi ad agire è limitato, per questioni economiche e di interesse politico.

Tra le proposte di intervento, l’ultima in ordine temporale sembra davvero “fantascientica”. Il fisico Steven Desch e i suoi colleghi dell’Arizona State University vogliono cercare di ricongelare l’Artide, la regione che circonda il polo nord. In una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Earh’s Future, i ricercatori mostrano che dieci milioni di pompe alimentate con la forza del vento potrebbero “sparare” fino a un metro di ghiaccio in più sullo strato già presente. 

“Al momento la strategia principale che utilizziamo è invitare le persone a non usare combustibili fossili, ma questo non basta”, spiega Desch, giustificando la propria proposta. “Avere strati di ghiaccio più spessi significa rallentarne lo scioglimento”. 

L’iniziativa ha un approccio teorico sensato, ma il problema sembra risiedere nei numeri richiesti da questa operazione. I costi si aggirebbero sui 400 miliardi di euro, un quinto del Prodotto interno lordo dell’Italia. Per costruire i milioni di pompe necessarie, servirebbero 100 milioni di tonnellate di acciaio. 

Secondo i dati, l’enorme sforzo economico porterebbe i risultati sperati. Se implementato entro il 2030, il livello dei ghiacci artici rimarrebbe quello odierno. Basso rispetto al passato, ma migliore rispetto a quello catastrofico previsto per quella data.

Non è la prima volta che gli scienziati propongono interventi di questo tipo per combattere la scomparsa del ghiaccio al polo nord. Per esempio, si era proposto di cospargere l’Artide con particelle riflettenti e nuvole artificiali, in grado di far rimbalzare il calore del sole.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, la Corte suprema cancella la sentenza sul diritto all’aborto
Esteri / Chiusa l’inchiesta Onu sulla morte della giornalista Shireen Abu Akleh: “Uccisa dalle forze israeliane”
Esteri / Usa, sentenza shock: la Corte suprema elimina altre restrizioni sul porto di pistole e fucili
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, la Corte suprema cancella la sentenza sul diritto all’aborto
Esteri / Chiusa l’inchiesta Onu sulla morte della giornalista Shireen Abu Akleh: “Uccisa dalle forze israeliane”
Esteri / Usa, sentenza shock: la Corte suprema elimina altre restrizioni sul porto di pistole e fucili
Esteri / ESCLUSIVO – Parla il dissidente turco Osman Kavala: “Erdogan e Putin sono simili, ma l’Ue non sbagli con il Sultano”
Cronaca / Malta, subisce un aborto spontaneo ma i medici si rifiutano di operarla: turista americana rischia la vita
Esteri / Exclusive: Erdogan is just like Putin but there’s no need to impose sanctions, Osman Kavala says
Esteri / Medvedev attacca i leader Ue: "Sono di basso livello, è chiaro a tutti che Draghi non è Berlusconi"
Esteri / Vanno al funerale con un furgone, intera famiglia distrutta in un incidente
Esteri / Guerra in Ucraina, via libera alla candidatura all'Ue per Kiev e la Moldavia. Cremlino: accettino tutte le richieste russe
Esteri / Brasile, una giudice ha negato l’aborto a una bambina di 11 anni vittima di stupro