Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:09
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il procuratore generale brasiliano chiede indagini per 83 politici

Immagine di copertina

Rodrigo Janot si è rivolto alla Corte Suprema e ai tribunali ordinari per indagare su casi di corruzione legati agli arresti della holding Odebrecht

Il procuratore generale brasiliano, Rodrigo Janot, ha chiesto alla Corte Suprema del paese di aprire indagini su 83 politici per casi di corruzione e finanziamenti illeciti. La richiesta arriva dopo le testimonianze rese in tribunale dai vertici dell’azienda di costruzioni Odebrecht che collaborano con le autorità dopo l’arresto.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Nella lista dei sospettati di Janot ci sono altri 211 nomi per i quali il procuratore si è rivolto ai tribunali ordinari. La competenza della Corte Suprema riguarda solo i membri del parlamento e i ministri.

Una fonte ha riferito a Reuters che sotto inchiesta ci sarebbero anche alcuni ministri del governo Temer e alcuni senatori. Alle indagini condotte da Janot hanno collaborato anche Stati Uniti e Svizzera dove sarebbero stati congelati conti correnti bancari.

Spetterà ora al giudice della Corte suprema Edson Fachin, nuovo relatore dell’inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite brasiliana, decidere se accogliere la richiesta di Janot.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”