Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Per il primo ministro iracheno la battaglia di Mosul è allo stadio finale

Haider al-Abadi ha detto che i terroristi del sedicente Stato Islamico “sono accerchiati e se non si arrenderanno saranno uccisi”

Di TPI
Pubblicato il 15 Mar. 2017 alle 09:17 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:57
0
Immagine di copertina

Il primo ministro iracheno Haider al-Abadi ha dichiarato che l’offensiva governativa per riconquistare la città di Mosul dal sedicente Stato Islamico è allo stadio finale. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Parlando durante una conferenza stampa martedì 14 marzo, il primo ministro ha avvertito i ribelli che dovranno arrendersi al più presto o saranno uccisi.

Dal momento dell’inizio dell’offensiva a ottobre, le forze governative hanno allontanato l’Isis dalla parte est di Mosul e stanno ora avanzando nel settore ovest della città, ultima roccaforte dello Stato Islamico in Iraq.

“La battaglia è nella sua fase finale. I jihadisti sono, giorno dopo giorno, sempre più circondati in un’area ristretta e questi saranno i loro ultimi giorni”, ha detto Abadi, promettendo di trattare i familiari dei combattenti dello Stato Islamico in maniera giusta. 

“Salvaguarderemo le famiglie dei miliziani dell’Isis ma puniremo i terroristi”, ha detto. “Sono accerchiati e se non si arrenderanno saranno uccisi”, ha aggiunto Abadi.

Il primo ministro iracheno ha detto di voler andare a Washington la prossima settimana per incontrare il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e discutere della guerra in corso. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.