Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il primo ambasciatore statunitense a Cuba dopo mezzo secolo

Immagine di copertina

Il diplomatico designato per il ruolo è Jeffrey DeLaurentis, che dal 2014 presta servizio come incaricato d'affari a capo della missione degli Stati Uniti a L'Avana

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha nominato ieri, 27 settembre 2016, il primo ambasciatore degli Stati Uniti a Cuba dopo più di mezzo secolo, ponendo un nuovo tassello del riavvicinamento con il governo del presidente Raúl Castro, nel tentativo di consolidare ulteriormente le relazioni tra i due paesi prima della fine del suo mandato.

Il diplomatico designato per il ruolo è Jeffrey DeLaurentis, che dal 2014 presta servizio come incaricato d’affari a capo della missione degli Stati Uniti a L’Avana. L’incarico dovrà essere convalidato dal senato. 

Il 14 agosto 2015 era stata riaperta l’ambasciata statunitense a Cuba, dopo 54 anni. Dal 2014 era iniziato un processo di distensione che ha avuto nella visita di Obama all’Avana nel marzo scorso uno dei momenti più simbolici.  

Il senatore della Florida Marco Rubio, ex candidato alle primarie repubblicane, si è fortemente opposto alla nomina. 

“Dopo il rilascio dei terroristi di Guantanamo, dopo l’invio dei soldi dei contribuenti al regime iraniano, la scelta di premiare il governo di Castro con un ambasciatore è solo un ultimo disperato progetto di un presidente che deve essere fermato”, ha detto Rubio, ripreso dal New York Times, dicendosi contrario alla nomina di un ambasciatore finché Cuba non garantirà una tutela dei diritti umani e della libertà politica del popolo cubano.  

“Il ruolo di Jeff è stato di vitale importanza per tutta la normalizzazione delle relazioni tra gli Stati Uniti e Cuba, e la nomina di un ambasciatore è un passo in avanti verso un rapporto più normale e produttivo tra i nostri due paesi”, ha detto Obama in una dichiarazione.

Lo scorso anno era stato nominato José Ramón Rodríguez Cabañas, primo ambasciatore di Cuba negli Stati Uniti dal 1961. 

Nell’ambito della ripresa dei rapporti non solo politici ma anche commerciali, quest’estate sono iniziati i primi voli tra gli Stati Uniti e Cuba. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Anp, il governo di Shtayyeh si dimetterà oggi. Israele approva un piano di aiuti umanitari nel nord della Striscia di Gaza
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti
Esteri / Regno Unito, media: “Il tumore di Carlo III potrebbe essere più grave del previsto. Il re prepara la successione”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Anp, il governo di Shtayyeh si dimetterà oggi. Israele approva un piano di aiuti umanitari nel nord della Striscia di Gaza
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti
Esteri / Regno Unito, media: “Il tumore di Carlo III potrebbe essere più grave del previsto. Il re prepara la successione”
Esteri / Figlio del 7 ottobre, l’attivista israeliano Maoz Inon a TPI: “La guerra non fermerà il nostro sogno di pace”
Esteri / Israele minaccia di ritirarsi dall'Eurovision Song Contest 2024
Esteri / Guerra in Ucraina, spiragli di tregua: Kiev ventila la possibilità di invitare la Russia a un vertice di pace
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Esteri / Netanyahu: "Voglio un accordo sugli ostaggi ma Hamas riduca le pretese". Usa, Sullivan: "Raggiunta un'intesa di fondo per una tregua"