Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:29
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Premio Nobel per la pace 2019 al premier etiope Abiy Ahmed

Immagine di copertina

Ahmed ha recente ha portato a compimento l’accordo di pace con l’Eritrea dopo una guerra sanguinosa durata decenni.  

Premio Nobel per la pace 2019

Il Premio Nobel per la Pace 2019 è stato assegnato venerdì 11 ottobre a Oslo. Vincitore di quest’anno è il premier dell’Etiope Abiy Ahmed che di recente ha portato a compimento l’accordo di pace con l’Eritrea dopo una guerra sanguinosa durata decenni.

Le previsioni della vigilia, di un nobel alla giovanissima attivista svedese Greta Thunberg, dunque, sono state disattese, anche se Ahmed era comunque tra i favoriti.

Nobel per la Pace a Abiy Ahmed: chi è il premier atiope

Abiy Ahmed è l’uomo che dopo anni e anni di guerra è riuscito a mettere la parola fine alla guerra con l’Eritrea. Diventato primo ministro nell’aprile 2018 ed in pochi mesi è riuscito appunto a porre fino a un conflitto durato vent’anni.

Con i suoi 41 anni il più giovane leader politico africano, e il suo approccio riformatore sta cambiando le prospettive del Paese sia dal punto di vista della politica interna che nella politica estera. Abiy Ahmed è molto apprezzato anche perché ha favorito la partecipazione delle donne in politica, affidando loro metà dei ministeri, compreso quello della Difesa che è stato guidato da ottobre 2018 fino all’aprile di quest’anno da Aisha Mohammed Mussa (prima di allora, era stato sempre scelto un uomo per quel dicastero).

In Etiopia, anche se rimane molto lavoro ancora da fare, Abiy Ahmed ha avviato importanti riforme che danno a molti cittadini la speranza per una vita migliore e un futuro più luminoso. Come Primo Ministro, Abiy Ahmed ha cercato di promuovere la riconciliazione, la solidarietà e la giustizia sociale”, ha deciso di liberare i prigioniero politici e riallacciato il dialogo con gli oppositori in esilio.

Nobel per la Pace, la cerimonia

Come da tradizione il Nobel per la Pace viene assegnato a Oslo dal comitato norvegese e non dall’Accademia Reale di Svezia come per gli altri Premi di Medicina, Fisica, Chimica, Letteratura ed Economia (lunedì prossimo, chiudendo la rassegna 2019).

I vincitori dello scorso anno sono stati Denis Mukwege e Nadia Murad per i loro sforzi nel porre fine all’uso della violenza sessuale come arma di guerra e conflitto armato. Nadia Murad è una delle circa 3.000 ragazze e donne yazide che sono state vittime di stupri e altri abusi dai miliziani Isis. Gli abusi erano sistematici e facevano parte di una strategia militare. Denis Mukwege è il ginecologo e attivista che ha ripetutamente condannato l’impunità per lo stupro di massa e ha criticato il governo congolese e altri paesi per non aver fatto abbastanza per fermare l’uso della violenza sessuale contro le donne come strategia e arma di guerra.

Qui TPI aveva intervistato Denis Mukwege, premio Nobel per la pace 2018, nel reportage “Violentate e mutilate: l’orrore delle bambine stuprate dalle milizie private in Congo”

Premio Nobel per la Letteratura 2019, quest’anno i vincitori sono due

Chi era Toni Morrison: la prima donna afroamericana a ricevere il Nobel per la Letteratura

Premio Nobel Pace 2019: le regole e la storia

Il premio Nobel è un’onorificenza di valore mondiale attribuita annualmente a persone viventi che si sono distinte nei diversi campi dello scibile, apportando “i maggiori benefici all’umanità”.

Il premio, gestito dalla Fondazione Nobel, fu istituito in seguito alle ultime volontà di Alfred Bernhard Nobel (1833-1896), chimico e industriale svedese e inventore della dinamite e della balistite.

La prima assegnazione dei premi risale al 1901, quando furono consegnati il premio per la pace, per la letteratura, per la chimica, per la medicina e per la fisica.

Dal 1969 esiste inoltre il premio per l’economia in memoria di Alfred Nobel, istituito in seguito a una donazione della Sveriges Riksbank e da allora gestito insieme ai premi originari.

I premi sono generalmente assegnati in ottobre e la cerimonia di consegna si tiene a Stoccolma presso il Konserthuset (“Sala dei concerti”) il 10 dicembre, anniversario della morte del fondatore.

Il Nobel prevede l’assegnazione di una somma di denaro. Fino al 2011 consisteva in 10 milioni di corone; dal 2012 la somma è stata ridotta del 20%, passando a 8 milioni di corone (poco meno di 900.000 euro).

Leggi anche:

Chi sono gli italiani che hanno vinto il Nobel

Nobel 2019: i premi alle ricerche scientifiche assurde che fanno ridere e pensare

Ti potrebbe interessare
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Esteri / Gerusalemme, crolla la tribuna di una sinagoga: almeno 2 morti e 130 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Esteri / Gerusalemme, crolla la tribuna di una sinagoga: almeno 2 morti e 130 feriti
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele. L’Autorità palestinese: “Finora abbiamo avuto 220 morti”. Ucciso alto comandante Jihad Islamica
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace