Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La logica dietro i bottoni delle camicie

Immagine di copertina

Sulle camicie da donna si trovano a sinistra, su quelle da uomo a destra. Questo per via dei cavalli, dei neonati e di Napoleone

Le camicie e le giacche da uomo e da donna non differiscono solo in base al taglio sartoriale, ma anche in funzione di chi le indossa. Le camicie da uomo hanno i bottoni sul lato destro, mentre quelle da donna li hanno su quello sinistro.

Non è una gran novità, ma è strano: ogni giorno, milioni di persone camminano con questi piccoli promemoria della disuguaglianza di genere sul petto.

Esistono diverse teorie sul perché questa discordanza esista, ma tutte giungono alla stessa conclusione: la distinzione dei bottoni è la reliquia di una vecchia tradizione che abbiamo ereditato.

Cominciamo con le camicie da uomo: i bottoni sul lato destro, l’apertura sulla sinistra. La spiegazione più comune risiede nel fatto che gli indumenti degli uomini includevano le armi.

Siccome la maggior parte degli uomini teneva la spada con la mano destra, era molto più semplice usare la mano sinistra per sbottonarsi. Prova ne sia la ritrattistica del Diciannovesimo secolo in cui gli uomini tenevano la mano dentro i panciotti.

È possibile estendere la teoria a tempi più remoti. Come riportato nell’enciclopedia illustrata Accessories of Dress di Katherine Lester, “il ruolo di cacciatore richiedeva che l’uomo sfoderasse l’arma da sinistra a destra.” 

O.K., questo spiegherebbe perché i bottoni degli uomini sono a destra. Ma perché quelli delle donne si trovano a sinistra?

Una prima teoria riguarda i neonati. Dato che moltissime donne usano principalmente la mano destra, tendono anche a tenere i loro figli con il braccio sinistro, lasciando relativamente libero quello destro.

Quindi le camicie con l’apertura sul lato destro, secondo questa teoria, sono più semplici da sbottonare e permettono alle donne di allattare più facilmente.

Un’altra teoria è quella dei cavalli. Le donne cavalcavano all’amazzone, sulla destra. Quindi, nel cucire i bottoni delle loro camicie e delle loro vesti sul lato sinistro, riducevano la quantità di vento che passava dai vestiti mentre correvano al trotto.

Un’ulteriore teoria è quella della ripicca. Gli albori dell’industrializzazione – quando le pratiche di produzione degli indumenti divennero comuni – coincisero anche con i primi movimenti per i diritti delle donne.

Secondo questa teoria, i produttori manifatturieri sfruttavano ancor di più le piccole differenze negli indumenti per enfatizzare le disparità di genere. Il posizionamento del lato dei bottoni non era in questo senso tanto una pratica, quanto piuttosto una filosofia.

Storicamente, è dovuta a Napoleone la celebre posa della mano dentro il panciotto. Pare che alcune donne si prendessero gioco dell’imperatore imitando quella posa.

Pertanto, al fine di porre fine alle prese in giro nei suoi confronti, Napoleone ordinò che le camicie delle donne si abbottonassero dal lato opposto di quelle degli uomini.

La teoria più verosimile ha a che vedere con il fatto che le donne, soprattutto quelle benestanti, non si vestissero da sole. I servi, anche loro principalmente destri, dovevano spesso aiutare le donne ricche a entrare e uscire da vesti elaborate.

Questa moda si tramandò dai ricchi ai meno benestanti e la pratica dell’allacciamento da destra a sinistra rimane ancora oggi.

Quando i bottoni divennero più semplici da fabbricare e furono applicati a tutti gli indumenti, vennero comunque cuciti sul lato sinistro, in modo da permettere alle masse d’imitare lo stile dei ricchi.

Ciononostante, la questione economica divenne presto un pretesto sessista. Nel Diciannovesimo secolo, il sessuologo Havelock Ellis usò la differenziazione dei bottoni per affermare che le donne fossero, per natura, inferiori agli uomini nelle loro capacità motorie.

Gli uomini sapevano vestirsi da soli e le donne, per farlo, avevano bisogno di assistenza.

Oggi il differente posizionamento dei bottoni è una reliquia dei tempi che furono. Eppure, il ricordo obsoleto di questo dramma sartoriale, permane tutt’ora.

Oggi American Apparel vende una particolare camicia unisex. L’orientamento dei bottoni? Maschile, da sinistra a destra.

Questo è articolo è stato originariamente pubblicato in linuga inglese su The Atlantic. La traduzione è a cura di Fernanda Pesce Blazquez  

Ti potrebbe interessare
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”
Esteri / Russia, Medvedev stronca il piano italiano per la pace in Ucraina: “Basato su menzogne”
Esteri / Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea
Ti potrebbe interessare
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”
Esteri / Russia, Medvedev stronca il piano italiano per la pace in Ucraina: “Basato su menzogne”
Esteri / Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Ci avevano dato 3 giorni, abbiamo resistito 3 mesi". Medvedev: "Piano di pace italiano basato su menzogne"
Esteri / Fa 8.000 chilometri per raggiungere una ragazza conosciuta su Tinder
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky a Davos: "Stop totale a commercio con la Russia". 007 ucraini: "Putin sfuggito a un attentato due mesi fa". Ergastolo per primo soldato russo a processo
Esteri / Regno Unito, ospita rifugiata ucraina: lascia moglie e figli e scappa con lei
Esteri / Pakistan, due sorelle uccise “per onore” dai suoceri: volevano divorziare dai cugini
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione critica nel Donbass. Mosca ruba il grano". I russi intensificano gli attacchi. Francia: "15-20 anni per Kiev nell'Ue"
Esteri / Afghanistan, le giornaliste sfidano i talebani: in tv a viso scoperto