Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Perché un proverbio citato da Trump ha fatto discutere gli irlandesi

Durante l'incontro con il premier irlandese per San Patrizio, Trump ha letto un proverbio irlandese, ma per gli utenti sul web qualcosa non torna

Di TPI
Pubblicato il 17 Mar. 2017 alle 11:40 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:38
0
Immagine di copertina

Il primo ministro irlandese Enda Kenny si trova a Washington per una serie di eventi che celebrano il giorno di San Patrizio, patrono d’Irlanda, che ricorre venerdì 17 marzo. Il 16 marzo il premier irlandese ha incontrato il presidente statunitense. Durante l’incontro, Donald Trump ha sottolineato l’importanza del rapporto di amicizia che lega Irlanda e Stati Uniti e ha voluto citare quello che lui ha definito “un proverbio irlandese”. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Mentre siamo qui con i nostri amici irlandesi, mi viene in mente un proverbio irlandese. Un bel proverbio, uno di quelli che mi piacciono. L’ho sentito molte volte e lo adoro”, ha detto Trump. “Ricorda di dimenticare gli amici che si sono rivelati falsi, ma non dimenticare mai di ricordare coloro che ti sono stati vicini”.

La citazione ha suscitato reazioni scettiche sui social media, anche da parte degli stessi cittadini irlandesi, che sostenevano di non aver mai sentito quel modo di dire. 

Gli utenti si sono affrettati a cercare la citazione online e l’hanno ricondotta a un uomo nigeriano di nome Albashir Adam Alhassan, che avrebbe pubblicato una poesia con parole simili a quelle citate da Trump.

Le stesse parole sono contenute in una raccolta di poesie di una certa Joanne Tuttle nel suo libro online Crystal Inspirations e in un libro del 1977 di Roy B. Zuck (The Speaker’s Quote Book: Over 5,000 Illustrations and Quotations for All Occasions). Ma la frase è citata anche come una “vecchia benedizione irlandese” dall’utente GingerSnips sul sito Scrapbook.com. 

Un portavoce della Casa Bianca ha riferito al giornale statunitense The Hill che il proverbio era stato “originariamente inviato in un e-mail dell’8 marzo dal dipartimento di Stato in preparazione all’evento”.

Il portavoce ha anche condiviso un elenco dei siti internet sui quali la frase era stata condivisa e individuata come un proverbio irlandese. Tra questi ci sono Pinterest boards, Imgur galleries e un sito chiamato DecentQuotes.com.

In definitiva, anche se un certo numero di siti web e libri fanno davvero riferimento alla citazione come “benedizione irlandese”, la sua origine non è chiara. Resta solo da sperare che per la prossima citazione il presidente scelga una fonte più chiara.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.