Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ecco perché l’Iraq è stato escluso dal nuovo Muslim Ban

Immagine di copertina

Nell'ordine esecutivo firmato dal presidente degli Stati Uniti, Baghdad non compare nella lista dei paesi a cui verrà impedito l'ingresso negli Usa per 90 giorni

Il nuovo ordine esecutivo sull’immigrazione, il cosiddetto Muslim Ban, firmato oggi dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, comprende i cittadini di sei nazioni, ma esclude l’Iraq, al contrario di quanto previsto nel primo provvedimento. 

Con il nuovo provvedimento si blocca infatti per 90 giorni l’ingresso nel paese dei cittadini musulmani provenienti da Iran, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Questa esclusione è dovuta principalmente a un motivo: l’assistenza che l’Iraq sta fornendo agli Stati Uniti nella lotta al cosiddetto Stato islamico. Tra le motivazioni riportate dalla Cnn ci sono anche ragioni diplomatiche.

Il segretario di Stato Rex Tillerson ha spiegato che l’esclusione dei cittadini iracheni dalla sospensione temporanea dei visti è motivata dal fatto che Baghdad è un “alleato importante nella lotta all’Isis”. 

L’Iraq ha commentato la decisione definendola un “messaggio positivo” per le relazioni tra i due paesi, parlando di una “vera partnership” tra Baghdad e Washington. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Esteri / La Slovenia legalizza matrimonio ed adozione per le coppie omosessuali
Esteri / Approvato nuovo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia, incluso price cap al petrolio
Esteri / Gas dalla Russia all’Italia: ripresi i flussi attraverso l’Austria
Esteri / La gaffe del generale russo: per errore svela sulla mappa l’avanzata della controffensiva ucraina
Esteri / Von Der Leyen: “Pronti a discutere un tetto al prezzo del gas utilizzato per generare elettricità”
Esteri / Guerra in Ucraina, camera delle torture a Pisky-Radkivski: rinvenuti denti d’oro. Le foto shock
Esteri / Corea del Sud, esercitazioni con gli Usa: lanciati 4 missili sul Mar del Giappone. Uno si schianta al suolo