Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Un uomo è stato ricoverato dopo aver mangiato il peperoncino più piccante al mondo

Immagine di copertina

A New York un uomo di 34 anni è stato ricoverato in ospedale a seguito di un fortissimo mal di testa dopo che, durante una competizione, aveva mangiato il Carolina Reaper, il peperoncino più piccante al mondo

Un uomo di 34 anni è stato ricoverato in ospedale dopo aver mangiato il peperoncino più piccante al mondo durante una competizione.

È successo a New York e il peperoncino in questione è il piccantissimo Carolina Reaper.

L’uomo ha avvertito un fortissimo mal di testa nei giorni successivi alla gara di peperoncino.

Il fatto è stato pubblicato nel BMJ Case Reports, un giornale che offre una raccolta di casi medici, essendo il primo evento di tal genere ad essere associato al consumo di peperoncini.

Il medico che ha esaminato il suo caso ha avvertito tutti coloro che assumono peperoncini piccanti di rivolgersi immediatamente a un dottore nel caso manifestassero dei mal di testa a insorgenza improvvisa.

Questo tipo di mal di testa è causato dall’improvviso irrigidimento dei vasi sanguigni, una condizione nota come sindrome reversibile di vasocostrizione cerebrale (RCSV).

Nei giorni successivi alla gara, l’uomo ha avvertito un forte dolore al collo unito a forti e ripetuti attacchi di emicrania, della durata di pochi secondi.

Per l’intensità del dolore e per la forza degli attacchi, l’uomo, una volta arrivato all’ospedale, fu sottoposto a diversi esami neurologici, ma tutti di esito negativo.

Una TAC, infine, ha mostrato che diverse arterie nel suo cervello si erano ristrette, portando i medici a diagnosticare la RCVS.

L’RCVS non si presenta per una sola causa, ma può verificarsi come reazione ad alcuni farmaci da prescrizione o dopo l’assunzione di alcune droghe.

Quello verificatosi a New York è il primo caso di RCVS associato al consumo di peperoncini.

Generalmente l’RCVS si risolve entro alcuni giorni o poche settimane, nonostante raramente abbia provocato una grave vasocostrizione che ha provocato degli ictus.

Il dottor Kulothungan Gunasekaran, dell’Henry Ford Hospital di Detroit, che ha scritto il rapporto, ha detto che le persone devono essere consapevoli di questi rischi nel caso assumano del peperoncino.

“Non vorremmo sconsigliare di mangiare Carolina Reaper in questo momento, ma raccomandiamo al pubblico di essere cauto riguardo a questi effetti avversi e consigliamo di rivolgersi immediatamente a un medico se sviluppano mal di testa a insorgenza improvvisa dopo aver mangiato peperoncino”, ha detto il medico.

Il Carolina Reaper è stato eletto il peperoncino più piccante del mondo dal Guinness World Records nel 2013 ed è stato creato dieci anni fa nel South Carolina da Ed Currie della Pucker Butt Pepper Company.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata