Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Pedofilo stuprato e ucciso dal compagno di cella: “Doveva capire cosa provavano quei bambini”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 20 Nov. 2020 alle 09:28 Aggiornato il 20 Nov. 2020 alle 11:44
3.5k
Immagine di copertina

Pedofilo violentato e ucciso dal compagno di cella

Richard Huckle, uno dei pedofili più famosi del Regno Unito, è morto un anno fa nel carcere dove si trovava dal 2014 per aver stuprato centinaia bambini. Prima di essere ucciso 12 mesi fa, il pedofilo era stato condannato a 22 ergastoli per i suoi reati contro vittime di età compresa tra i sei mesi e i 12 anni, tra il 2006 e il 2014. Ieri in tribunale sono emersi i dettagli del decesso: Huckle è stato assassinato, ucciso dal suo compagno di cella Paul Fitzgerald, che avrebbe voluto porre fine alla sua vita proprio come punizione per i terribili reati ai danni di minori di cui si era macchiato il pedofilo. Il killer, che prima di uccidere Huckle lo aveva anche stuprato, voleva che il criminale “sentisse ciò che sentivano quei bambini”, ha detto in tribunale. Fitzgerald ha ammesso di aver ucciso Huckle giustificandosi con una specie di “motivazione morale”, e adesso è stato condannato per stupro e omicidio.  Una fine orribile per uno dei criminali più odiati del Regno Unito: è stato strangolato a morte con una stringa, dopo essere stato stuprato con un utensile da cucina.

Leggi anche: 1. “Aborto più grave della pedofilia”, omelia shock del vicario del vescovo di Macerata | VIDEO 2. Scoperta maxi-rete di pedofili in Italia, arresti in 15 regioni: “Abusi raccapriccianti su neonati” 3. Un britannico condannato a 22 ergastoli per aver abusato di decine di bambini in Malesia

3.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.