Usa, marinaio apre il fuoco nella base navale di Pearl Harbor: uccide 2 civili poi si suicida

Di Luca Serafini
Pubblicato il 5 Dic. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 5 Dic. 2019 alle 08:02
80
Immagine di copertina
Credit: ANSA/ U.S. Navy/ ZUMA Wire

Nella base navale di Pearl Harbor, nelle Hawaii, alle 14.30 ora locale (l’1.30 in Italia) un militare con la divisa della Us Navy ha aperto il fuoco uccidendo due civili. L’uomo si è poi suicidato sparandosi alla testa.

Le vittime civili sono impiegati del Dipartimento della difesa. La base è tuttora in lockdown e tutte le vie di accesso sono chiuse. Sul posto i soccorsi e la polizia militare.

L’episodio cade a tre giorni dal 78esimo anniversario dell’attacco giapponese alla base navale americana nel Pacifico in cui morirono oltre 2.300 americani. In queste ore erano in corso i preparativi per la commemorazione.

La base, a pochi chilometri da Honolulu, ospita sia la marina militare statunitense, con la flotta statunitense nel Pacifico, sia l’Air Force. Vi operano migliaia di militari molti dei quali vivono al loro interno con le famiglie.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

80
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.