Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il messaggio di Patrick Zaky dal carcere: “Resisto, grazie per il supporto”

Immagine di copertina

Patrick Zaky sta bene e, dal carcere, manda un messaggio a tutti coloro che supportano la sua causa: “Resisto ancora, grazie per il supporto a tutti”. L’attivista egiziano lo ha scritto sulle pagine di un libro che ha regalato alla sua fidanzata, che oggi, lunedì 12 aprile 2021, è riuscita a fargli visita in carcere.

A riferirlo è la pagina Facebook “Patrick Libero”. Il 29enne studente dell’Università di Bologna – detenuto da febbraio 2020 in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva –  ha regalata alla sua compagna il libro Cent’anni di solitudine del Premio Nobel Gabriel Garcia Marquez.

Secondo quanto raccontato dalla ragazza, Zaky sta bene, sebbene non abbia la piena contezza della sua situazione: era a conoscenza del rinnovo della carcerazione per altri 45 giorni ma non del ricorso presentato dai suoi avvocati.

“Purtroppo, quando la sua fidanzata ha tentato di confortarlo auspicando che tutto questo finisca presto” l’attivista “ha fatto una risata sarcastica di disperazione, dicendo che sta cercando di adattarsi al carcere”, si legge nel resoconto su Facebook.

Patrick Zaky ha anche raccontato alla compagna che, mentre stava lasciando il carcere per recarsi in tribunale, “il direttore della prigione lo ha fermato e gli ha detto che non gli permetterà di entrare di nuovo finché non si sarà tagliato i capelli, mentre rideva con gli altri agenti di polizia intorno a lui”.

Leggi anche: Zaki: altri 45 giorni di carcere. Respinta la richiesta di cambio dei giudici

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nonostante la pandemia molti ospedali negli USA continuano a portare in tribunale i pazienti che non possono permettersi le cure
Esteri / Nati a pochi minuti di distanza, due gemelli indiani di 24 anni muoiono di Covid a poche ore l’uno dall’altro
Esteri / Le testimonianze da Gaza di due bambini di 10 anni: “Perché ci bombardate?”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nonostante la pandemia molti ospedali negli USA continuano a portare in tribunale i pazienti che non possono permettersi le cure
Esteri / Nati a pochi minuti di distanza, due gemelli indiani di 24 anni muoiono di Covid a poche ore l’uno dall’altro
Esteri / Le testimonianze da Gaza di due bambini di 10 anni: “Perché ci bombardate?”
Esteri / Moni Ovadia a TPI: "Israele non ha mai voluto la pace"
Esteri / Naomi Campbell diventa madre a 51 anni: “Una piccola benedizione”
Esteri / Migranti, oltre 6.000 arrivi in un giorno a Ceuta: Sanchez annulla viaggio a Parigi
Esteri / Biden: "Israele ha il diritto di difendersi, appoggiamo il cessate il fuoco". Ma la tregua è lontana
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”