Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Il 27 novembre il parlamento Ue vota per approvare la Commissione von der Leyen

Di Laura Melissari
Pubblicato il 26 Nov. 2019 alle 15:03
2
Immagine di copertina

Il parlamento Ue vota per approvare la Commissione von der Leyen

Mercoledì 27 novembre il Parlamento europeo riunito in plenaria a Strasburgo vota per approvare la Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen. In caso di voto positivo, l’esecutivo Ue entrerà in carica già il 1 dicembre 2019.

Il Consiglio Ue ha dato oggi, 25 novembre, il via libera alla lista dei futuri commissari.

Tra loro non figura il nome del candidato britannico, che, nonostante la procedura d’infrazione lanciata da Bruxelles, non è ancora stato proposto da Londra. Restano da chiarire i risvolti legali derivanti dall’assenza del commissario britannico fra i membri della squadra di von der Leyen.

Commissione europea: cos’è e come funziona

Da chi è formata la nuova Commissione Ue

La Commissione von der Leyen è formata da 27 commissari, uno per ogni stato membro considerato che il Regno Unito non ha espresso nessun nome, in vista della Brexit. Ci sono in tutto 13 donne compresa la Presidente e 14 uomini. All’Italia è andato il portafoglio Economia, con Paolo Gentiloni.

Ecco la lista completa:

Ursula von der Leyen (Germania) – presidente

Helena Dalli (Malta) – Uguaglianza

Valdis Dombrovskis (Lettonia) – vicepresidente – Economia al servizio delle persone

Elisa Ferreira (Portogallo) – Coesione e riforme

Mariya Gabriel (Bulgaria) – Innovazione e gioventù

Paolo Gentiloni (Italia) –  Affari economici

Thierry Breton (Francia) – Mercato interno

Johannes Hahn (Austria) – Bilancio e amministrazione

Phil Hogan (Irlanda) – Commercio

Ylva Johansson (Svezia) – Affari interni

Věra Jourova (Repubblica ceca)  – vicepresidente – valori e trasparenza

Stella Kyriakides (Cipro) – Salute

Janez Lenarcic (Slovenia) – Gestione delle crisi

Adina Valean (Romania) – Trasporti

Didier Reynders (Belgio) – Giustizia

Margaritis Schinas (Grecia) – vicepresidente, promozione dello stile di vita europeo

Nicolas Schmitd (Lussemburgo) – lavoro e diritti sociali

Maroš Šefcovic (Slovacchia) – vicepresidente – Relazioni interistituzionali e prospettive strategiche

Kadri Simson (Estonia) – Energia

Virginijus Sinkevicius (Lituania) – Ambiente, oceani e pesca

Dubravka Šuica (Croazia) – vicepresidente – democrazia e demografia

Frans Timmermans (Paesi Bassi) – vicepresidente (Green deal europeo)

Oliver Varhelyi (Ungheria) – vicinato e allargamento

Jutta Urpilainen (Finlandia) – partenariati internazionali

Margrethe Vestager (Danimarca) – vicepresidente (era digitale)

Janusz Wojciechowski (Polonia) – Agricoltura

sig. Josep Borrell Fontelles (Spagna) – vicepresidente – Alto rappresentante per la politica estera

L’infografica:

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.