Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il parlamento svizzero ha respinto la legge sul divieto del burqa nei luoghi pubblici

Immagine di copertina

Il provvedimento era passato alla camera bassa nel mese di settembre del 2016. Il promotore della legge sta già raccogliendo le firme per il referendum

La camera alta del Parlamento svizzero ha rigettato il 9 marzo la proposta di vietare alle donne musulmane la possibilità di indossare il burqa e il niqab nei luoghi pubblici. Il provvedimento era stato approvato dalla camera bassa nel mese di settembre 2016.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il promotore della legge Walter Wobmann aveva giustificato l’iniziativa commentando che queste tipologie di velo islamico non appartengono alla Svizzera. “Nella nostra cultura le persone mostrano il loro volto”, ha detto in un’intervista al quotidiano Blick.

Gli oppositori del divieto ritengono che la legge sia inutile dato che la minoranza islamica nel paese rappresenta solo il 5 per cento della popolazione e, tra questi, non tutti indossano il velo. Il divieto è però già in vigore dal mese di luglio 2016 nel canton Ticino dopo un referendum.

Wobmann ha intenzione di proporre una consultazione referendaria sull’argomento e ha comunicato di aver già raccolto 70mila firme.

L’impossibilità di coprirsi il volto in pubblico è già legge in altri paesi europei come Francia, Belgio, Bulgaria e Austria. A questi si potrebbe presto aggiungere anche la Germania.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”