Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:22
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Papa Francesco ha donato 100mila euro ai poveri di Aleppo

Immagine di copertina

Bergoglio ha celebrato ad Ariccia la messa per la Siria e ha inviato la donazione anche grazie al contributo della Curia Romana

Il papa ha donato 100mila euro per i poveri di Aleppo. Lo ha annunciato il 10 marzo la vicedirettrice della sala stampa vaticana, Paloma Garcia Ovejero. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Bergoglio, nella mattina di venerdì 10 marzo 2017, ha celebrato da Ariccia la messa per la Siria e ha mandato 100mila euro ai poveri di Aleppo, grazie anche al contributo della Curia Romana”, ha comunicato la portavoce della sala stampa. “La donazione sarà effettuata tramite la Elemosineria Apostolica attraverso la Custodia di Terra Santa”.

Alle 17 di venerdì 10 marzo il Papa “si recherà al Vicariato di Roma per incontrare i parroci prefetti della diocesi”.

“Non ci sentiamo soli, non ci sentiamo abbandonati, ma sappiamo di essere parti di una grande famiglia che è la Chiesa di Cristo”, ha commentato al Sir il vicario apostolico di Aleppo dei latini, monsignor Georges Abou Khazen.

“Questo ci dona coraggio e speranza e la forza di sopportare tante cose. Siamo felici e non vediamo l’ora di dirlo ai nostri fedeli rimasti qui in città. Ci sono segni di miglioramento, nella sicurezza innanzitutto. Da qualche giorno sta tornando in alcuni quartieri cittadini l’erogazione di energia elettrica e aspettiamo anche quella dell’acqua. Ma i bisogno materiali restano enormi”. 

Secondo Abou Khazen i 100mila euro potrebbero essere utilizzati per “lavoro e casa”, quelle che definisce le priorità. 

“Se un padre di famiglia riesce a lavorare e a rimettere in sesto la sua casa, non lascerà Aleppo”, spiega il vicario apostolico di Aleppo. “Purtroppo ci sono ancora tante famiglie cristiane che partono, speriamo che questo gesto del papa possa spingere tante nostre famiglie a tornare”. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati