Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Papa Francesco: “Basta lamentarsi per le restrizioni da Covid, bisogna darsi da fare”

Di Luca Serafini
Pubblicato il 20 Dic. 2020 alle 14:48
3k
Immagine di copertina

Papa Francesco: “Basta lamentazioni da Covid, diamoci da fare”

Papa Francesco invita a non indulgere alla lamentazione per via delle restrizioni imposte dal Covid, ma a vivere il Natale in autentico spirito di solidarietà. “In questo tempo difficile, anziché lamentarci di quello che la pandemia ci impedisce di fare, facciamo qualcosa per chi ha di meno: non l’ennesimo regalo per noi e per i nostri amici, ma per un bisognoso a cui nessuno pensa”, ha detto prima della recita dell’Angelus.

L’invito segue di qualche giorno quello pronunciato dopo l’udienza di mercoledì scorso, quando il Pontefice ha chiesto di approfittare delle restrizioni “per purificare il modo di vivere il Natale, uscendo dal consumismo”, rendendolo così “più religioso e vero”.

Bergoglio: “Natale occasione di rinnovamento interiore”

Bergoglio ha proseguito nella riflessione anche dopo la recita dell’Angelus. “Il Natale sia occasione di rinnovamento interiore”, sono state le sue parole, “di preghiera, per portare avanti la fede e di fraternità tra di noi”. “Guardiamo soprattutto all’indigente”, ha aggiunto, “il fratello che soffre è Gesù nella mangiatoia. Ci appartiene. E’ lui il presepe vivente. Incontreremo davvero il Redentore nel fratello che ha bisogno”.

“Il consumismo ha sequestrato il Natale”

“Non lasciamoci trascinare dal consumismo, che ci ha sequestrato il Natale. Il consumismo non è nella mangiatoia, lì c’è la povertà, la realtà, l’amore”, ha detto Papa Francesco all’Angelus.

Leggi anche: Papa Francesco: “Sogno un’Europa sanamente laica, solidale e generosa”

3k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.