Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Un ospedale ginecologico è stato colpito nella provincia siriana di Idlib

Tre persone sono rimaste uccise mentre il pronto soccorso e le sale operatorie sono state messe fuori uso

Di TPI
Pubblicato il 25 Nov. 2016 alle 20:29 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 17:58
0
Immagine di copertina

Un raid aereo ha colpito un ospedale riservato alle donne nella provincia di Idlib, controllata dai ribelli, in Siria, uccidendo tre persone venerdì 25 novembre 2016. Non è chiaro se il bombardamento sia stato condotto dalla Russia o dal regime di Damasco ed entrambi negano di aver colpito ospedali.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, l’attacco è avvenuto nel villaggio di Termanin al confine tra le province di Idlib e Aleppo, e la struttura medica è stata costretta a chiudere.

Secondo una fonte locale, che ha sottolineato l’ironia del fatto che il centro sia stato colpito proprio nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, quattro missili hanno colpito l’ospedale ginecologico.

Il raid ha distrutto il lato orientale dell’edificio e danneggiato il pronto soccorso e le sale operatorie.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.