Sei siriani accusati di voler organizzare un attentato sono stati arrestati in Germania

I sei siriani sono accusati di aver provato a organizzare un attacco terroristico con armi ed esplosivi. Tutti loro avevano fatto richiesta di asilo politico in Germania

Di Giuseppe Loris Ienco
Pubblicato il 21 Nov. 2017 alle 14:44 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:03
0
Immagine di copertina
Credit: Afp

Sei rifugiati siriani accusati di voler organizzare un attacco terroristico con armi ed esplosivi in Germania per conto del sedicente Stato Islamico sono stati arrestati dalla polizia tedesca nella mattinata di martedì 21 novembre.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

In base alle dichiarazioni dell’ufficio del procuratore generale di Francoforte riportate da Reuters, tutti i sospetti hanno un’età compresa tra i 20 e i 28 anni e sono stati catturati nel corso di raid in otto appartamenti diversi a Kassel, Hannover, Essen e Lipsia.

Quattro dei sei sospetti sono arrivati in Germania nel dicembre 2014, gli altri due l’anno successivo. Tutti loro avevano fatto richiesta di asilo politico e, secondo l’accusa, “sono sospettati di far parte dell’organizzazione terroristica nota come Isis.”

All’inizio del mese, sempre in Germania, un diciannovenne siriano era stato arrestato con l’accusa di voler preparare un attacco con un’autobomba.

Gli arresti dei sei siriani arrivano quasi un anno dopo l’attentato di Berlino del 19 dicembre 2016, nel quale un tir travolse la folla presso il mercatino natalizio di Breitscheidplatz, uccidendo almeno 12 persone e ferendone oltre 40.

L’attacco, realizzato dal 24enne tunisino Anis Amri, venne rivendicato il giorno seguente dall’Isis tramite l’agenzia di stampa Amaq.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.