Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’uomo che ha vinto il suo primo Oscar dopo 21 nomination in 34 anni

Immagine di copertina

Kevin O’Connell ha atteso ben trentaquattro anni per il suo Oscar come autore del Miglior sonoro nel film La battaglia di Hacksaw Ridge

Probabilmente la più grande notizia relativa agli Oscar del 2016 era quella relativa al trionfo di Leonardo DiCaprio, che dopo tre candidature come miglior attore e una come non protagonista, era finalmente riuscito ad aggiudicarsi l’ambita statuetta.

In confronto a uno dei vincitori di quest’anno, però, l’attesa di DiCaprio per il suo premio sembra insignificante, visto che Kevin O’Connell ha atteso ben trentaquattro anni e venti candidature andate a vuoto prima di aggiudicarsi il suo meritato premio.

O’Connell, 59 anni, è stato infatti insignito dell’Oscar per il Miglior sonoro in La battaglia di Hacksaw Ridge, regia di Mel Gibson, e per lui la vittoria deve aver avuto un sapore molto particolare, visto che era dal 1983 che veniva nominato senza riuscire mai a vincere.

Erano stati venti i film prima di Hacksaw Ridge che l’avevano visto nominato, nella maggior parte dei casi film notissimi che hanno fatto la storia del cinema, da Top Gun a Armageddon, da Pearl Harbor a Spider Man, ma questo non era bastato. 

“Grazie mille! Non riesco a dirvi cosa significhi questo per me”, ha detto nel suo discorso di accettazione del premio, prima di ringraziare i suoi colleghi, Mel Gibson e la sua famiglia, e in particolare la sua defunta madre che lo aveva incoraggiato a specializzarsi nel sonoro.

Questi i film per cui O’Connell era stato nominato negli anni, e in basso un video di Variety registrato nel backstage dopo la premiazione:

Voglia di tenerezza (1983)

Dune (1984) 

Silverado (1985)

Top Gun (1986)

Black Rain (1989)

Giorni di tuono (1990

Codice d’onore (1992) 

Allarme rosso (1995) 

Twister (1996)

The Rock (1996) 

Con Air (1997) 

La maschera di Zorro (1998) 

Armageddon (1998) 

Il patriota (2000) 

Pearl Harbor (2001) 

Spider-Man (2002) 

Spider-Man 2 (2004) 

Memorie di una geisha (2005) 

Apocalypto (2006)

Transformers (2007) 

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza