Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Nel mondo c’è un nuovo paese che è il più felice di tutti

Immagine di copertina

Nel World Happiness Report 2017 è stilata l'annuale classifica degli stati che fanno più sforzi per migliorare il benessere della loro popolazione

La Norvegia supera la Danimarca come paese più felice al mondo. A stabilirlo è il rapporto sulla felicità mondiale per il 2017 (World Happiness Report 2017). Il report tiene conto degli sforzi fatti dai singoli stati per migliorare il benessere dei loro cittadini e aumentare l’uguaglianza. Sei le variabili prese in considerazione: cure, libertà, generosità, onestà, salute, reddito e buon governo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il paese scandinavo è passato dal quarto posto del 2016 alla vetta della classifica pubblicata il 20 marzo 2017. In realtà lo scarto tra i primi dieci paesi non è grande e piccoli cambiamenti nelle politiche governative o nei risultati economici possono cambiare la situazione da un anno all’altro.

Per quanto riguarda le aree del mondo che non hanno registrato miglioramenti nel loro grado di felicità, il report mette in evidenza la situazione cinese: nonostante la forte crescita economica a partire dagli anni Novanta l’alto tasso di disoccupazione e l’assenza di reti sociali di sostegno sarebbero alla base della stagnazione.

Anche gli Stati Uniti osservano il crollo del livello di felicità nel paese dal 2007, quando era al terzo posto. La regressione sarebbe dovuta alla riduzione del sostegno sociale e alla corruzione. 

In fondo alla classifica Sud Sudan, Liberia, Guinea, Togo, Rwanda, Tanzania, Burundi e la Repubblica centrale africana. Si confermano quindi le difficoltà del continente africano che non riesce a rispondere in maniera adeguata alle speranze di una vita migliore della sua popolazione.

Di seguito la lista dei dieci paesi più felici al mondo:

1) Norvegia

2) Danimarca

3) Islanda

4) Svizzera

5) Finlandia

6) Paesi Bassi

7) Canada

8) Nuova Zelanda

9) Australia

10) Svezia

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Netanyahu agli Usa: “Stop al blocco delle armi”. Tensioni tra Israele e Libano, approvati e validati piani operativi per un’offensiva
Esteri / Bimba si sente male in volo e muore dopo l’atterraggio d’emergenza
Esteri / Inviato Usa: “Evitare una guerra più grande tra Israele e il Libano”. Media: “Almeno 17 morti in un raid di Israele sul campo profughi di Nuseirat”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Netanyahu agli Usa: “Stop al blocco delle armi”. Tensioni tra Israele e Libano, approvati e validati piani operativi per un’offensiva
Esteri / Bimba si sente male in volo e muore dopo l’atterraggio d’emergenza
Esteri / Inviato Usa: “Evitare una guerra più grande tra Israele e il Libano”. Media: “Almeno 17 morti in un raid di Israele sul campo profughi di Nuseirat”
Esteri / Netanyahu scioglie il gabinetto di guerra dopo l’uscita di Gantz, bombe su Gaza: almeno 6 morti
Esteri / Esplode un blindato a Rafah, muoiono 8 soldati israeliani
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg
Esteri / L’incredibile storia dell’ospite indesiderato del New Yorker Hotel
Esteri / Da Gaza a Taiwan, Francesco Maringiò a TPI: “Vi spiego com’è il mondo visto dalla Cina”
Esteri / Reportage TPI: Belfast è lo specchio del conflitto in Medio Oriente