Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

La Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (Ican) ha vinto il premio Nobel per la pace 2017

La coalizione di oltre 130 paesi in tutto il mondo si è battuta contro la proliferazione di queste armi

Di Anna Ditta
Pubblicato il 6 Ott. 2017 alle 00:01 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:39
0
Immagine di copertina
Credit: Afp

Il 6 ottobre alle 11 è stato annunciato il nome del vincitore del premio Nobel per la pace. Si tratta della Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (Ican), una coalizione di oltre 130 paesi in tutto il mondo che si batte per il disarmo atomico.

“Il premio è stato assegnato a quest’organizzazione per il suo contributo all’attenzione internazionale sulle catastrofiche conseguenze umanitarie dell’uso di armi nucleari e per i suoi sforzi per l’implementazione di un trattato che ne favorisca il disarmo”, ha detto la presidente del comitato di Oslo, Berit Reiss-Andersen.

La leader della campagna Beatrice Fihn si è detta “contentissima” di questa assegnazione.

Istituito nel 1895 per volontà di Alfred Nobel, fu assegnato per la prima volta nel 1901 allo svizzero Jean Henri Dunant, fondatore della Croce Rossa e al politico francese Frederic Passy, fondatore della Lega internazionale e permanente per la pace.

Questa onorificenza è stata già assegnata in passato a personalità del mondo politico internazionale, come Barack Obama (2009), Nelson Mandela (1994) o Aung San Suu Kyi (1991) o anche a organizzazioni attive per la promozione della pace nel mondo, come l’Unione europea (2012), le Nazioni Unite (2001) o la Croce Rossa (1963).

Qui è possibile seguire la diretta dell’annuncio:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.