La Nigeria nega la vicenda del riso di plastica spacciato per vero

Il ministro della Salute ha dichiarato che non sono state trovate tracce di plastica, smentendo l'allarme lanciato dall'autorità doganale due giorni prima

Di TPI
Pubblicato il 23 Dic. 2016 alle 12:58 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:46
0
Immagine di copertina

Dalla Nigeria arriva la smentita circa l’immissione sul mercato nazionale di riso di plastica. Secondo quanto dichiarato dal ministro della Salute nigeriano Isaac Adewole, l’agenzia per la sicurezza alimentare non ha trovato tracce di plastica.

Mercoledì 21 dicembre, il capo delle autorità doganali nigeriane Haruna Mamudu aveva riferito che erano state sequestrate diverse tonnellate di riso di plastica introdotto illegalmente e di provenienza sconosciuta, benché si sia parlato della Cina come luogo di origine.

Il riso, spacciato per vero, sarebbe dovuto essere venduto sul mercato localo in un momento in cui i beni di consumo hanno visto un’impennata dei prezzi a causa delle festività natalizie e di capodanno. Una persona era stata affermata in relazione all’accaduto. 

Mamudu non ha commentato la dichiarazione di Adewole che sconfesserebbe l’allarme da lui lanciato. Il corrispondente della Bbc a Lagos, Martin Patience, ha riferito all’emittente britannica che il riso sembra vero ma ha un vago odore chimico.

— LEGGI ANCHE: Sono state sequestrate oltre 5 tonnellate di riso di plastica in Nigeria

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.