Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il New York Times: “Giornalista di Al Jazeera uccisa da militari israeliani”

Immagine di copertina
Credit: EPA/ABED AL HASHLAMOUN

Il New York Times: “Giornalista di Al Jazeera uccisa da militari israeliani”

Il proiettile che ha ucciso la giornalista di al-Jazeera Shireen Abu Akleh è stato probabilmente sparato da un soldato dell’esercito israeliano, membro di un’unità d’élite. È la conclusione dell’inchiesta condotta dal New York Times sulla clamorosa morte della giornalista palestinese-americana, una delle più note del mondo arabo, colpita alla testa l’11 maggio scorso mentre documentava gli scontri tra israeliani e palestinesi a Jenin, in Cisgiordania.

Secondo il quotidiano statunitense, gli spari contro Abu Akleh e i suoi colleghi sono partiti dalla posizione in cui si trovava un convoglio militare israeliano, mentre nell’area non erano presenti palestinesi armati. Circostanza che smentirebbe quanto sostenuto finora dalle autorità israliane, che hanno attribuito la morte della giornalista a un errore dei soldati israeliani o, alternativamente, a combattenti palestinesi.

Inoltre secondo il New York Times, i colpi partiti dal convoglio lo scorso 11 maggio sono stati 16 e non cinque, come sostenuto dall’esercito israeliano. L’inchiesta non è stata in grado di dimostrare se il soldato che ha aperto il fuoco abbia notato i giubotti anti-proiettili indossati da Abu Akleh e i suoi colleghi, che recavano l’evidente scritta “Press” (“Stampa”).

Dopo l’uccisione di Abu Akleh, al-Jazeera, l’emittente per cui lavorava la giornalista, aveva immediatamente puntato il dito contro le forze israeliane, citando la testimonianza del collega Ali Samodi, rimasto a sua volta ferito dagli spari. Alla stessa conclusione era arrivata un’inchiesta di Cnn, sostenendo che le forze israeliane avevano aperto il fuoco in un “attacco mirato” contro i giornalisti.

Anche l’Autorità Palestinese ha accusato Israele di averla uccisa intenzionalmente citando il fatto che era stata colpita alla testa da dietro, nonostante indossasse il giubbotto che la identificava come giornalista.

L’esercito israeliano ha dichiarato che finora non “è stato possibile determinare in maniera univoca l’origine degli spari”, dopo aver condotto un’indagine preliminare. Lo stato ebraico ha anche chiesto di aprire un’indagine congiunta con le autorità palestinesi per fare esaminare il proiettile da un gruppo di esperti internazionali: una richiesta che è stata finora rifiutata dal governo palestinese.

L’uccisione di Abu Akleh ha contribuito a infiammare le tensioni già alte tra israeliani e palestinesi, alimentate ulteriormente dalle violenze durante il funerale della giornalista, in cui la polizia israeliana ha caricato la folla che accompagnava la bara, nel tentativo di rimuovere la bandiera palestinese che la copriva.

Scene definite “inquietanti” dalla Casa bianca, mentre l’Unione Europea aveva dichiarato di essere “sconvolta”, condannando “l’uso sproporzionato della forza e il comportamento irrispettoso della polizia israeliana nei confronti dei partecipanti al corteo funebre”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata
Esteri / Michel: “Iran è una minaccia non solo per Israele, va isolato”. Teheran: “Potremmo rivedere la nostra dottrina nucleare di fronte alle minacce di Israele”