Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:38
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

New York alle prese coi costi e i disagi di essere la città del neopresidente Trump

Immagine di copertina

La spesa per la protezione del presidente eletto Donald Trump e della sua famiglia è ingente, ma lo sono anche i disagi per i cittadini della trafficatissima Manhattan

New York City ha una voce nel suo bilancio che legge: spese di protezione per il presidente eletto Donald Trump e famiglia. Costo: oltre 1 milione di dollari al giorno. Lo rivelano tre diversi funzionari comunali interpellati dalla Cnn.

“L’imperativo numero uno qui è la sicurezza. Lo dobbiamo al presidente eletto, alla sua famiglia e alla sua squadra”, ha dichiarato il sindato di New York Bill de Blasio, aggiungendo che però c’è bisogno di fondi esterni per coprire le relative spese.

De Blasio ha ricordato che in passato la città ha chiesto e ottenuto il rimborso dei costi per la protezione di leader mondiali durante i vertici delle Nazioni Unite, ma l’altissimo livello di protezione richiesto per i capi di stati impegnerà le forze dell’ordine della città per un periodo di tempo prolungato.

Ora, se state pensando che New York si libererà del problema e della voce di spesa non appena Trump si trasferirà a Washington e si installerà alla Casa Bianca, il 20 gennaio 2017, sappiate che la moglie Melania e il loro figlio Barron, 10 anni, sembrano intenzionati a restare nella Trump Tower, Manhattan, almeno finché il bambino non avrà terminato l’anno scolastico e lo stesso Donald più che probabilmente farà spesso ritorno a casa dalla famiglia.

Ma non basta, anche gli altri figli e i nipoti di Trump hanno il loro seguito di agenti di polizia e godono della protezione dei servizi segreti. Tutti vivono nella Grande Mela.

Attualmente, la polizia ha cordonato la Trump Tower tra la 56esima strada e la Fifth Avenue, con conseguenze anche per il traffico dell’affollatissimo centro di Manhattan. Inoltre, a ogni spostamento di Trump, la polizia deve chiudere le strade per consentirgli il transito più rapido e sicuro possibile.

I newyorkesi, sempre di fretta come sono, certo non saranno contenti di tutto questo fastidio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ciao, ho 30 anni e sono il problema
Esteri / Hamas: "La guerra non è l'ultimo round contro Israele". Anera riprende le attività a Gaza
Esteri / Vaccini, l’Europarlamento boccia la proposta di creare il “Cern della Salute” per tutelare l’interesse pubblico
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ciao, ho 30 anni e sono il problema
Esteri / Hamas: "La guerra non è l'ultimo round contro Israele". Anera riprende le attività a Gaza
Esteri / Vaccini, l’Europarlamento boccia la proposta di creare il “Cern della Salute” per tutelare l’interesse pubblico
Esteri / È morto O. J. Simpson, l'ex campione di football americano aveva 76 anni
Esteri / Di chi è il Medio Oriente? I limiti di Washington e il campo minato delle grandi potenze mondiali (di G. Gambino)
Esteri / Fonti intelligence: “Imminente l'attacco dell’Iran”. Biden assicura: “Proteggeremo Israele”. Wall Street Journal: “Si teme gran parte degli ostaggi a Gaza siano morti”
Esteri / Biden: “La politica di Netanyahu su Gaza è un errore. Israele accetti tregua unilaterale di sei-otto settimane". Cnn: "Hamas ha detto che non riesce a rintracciare 40 ostaggi per l’accordo”
Esteri / Clima, la CEDU condanna la Svizzera
Esteri / Isis minaccia attentati negli stadi durante i quarti di finale di Champions League
Esteri / Gaza: i morti salgono a 33.360, quasi 76mila i feriti. Scoppia la guerra commerciale tra Ankara e Tel Aviv. Borrell: "Non esiste una soluzione militare". Iran, la Marina Pasdaran: "La presenza di Israele negli Emirati Arabi è una minaccia"