Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:53
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

I negoziati per la Brexit costeranno ai cittadini britannici decine di milioni di sterline

Immagine di copertina

Secondo l’Institute for Government rivalità tra i ministri, l’assunzione di nuovi funzionari e l’assenza di una strategia faranno perdere tempo e denaro al Regno Unito

Guerre nascoste tra i ministri, gli stipendi per l’assunzione di nuovi funzionari e l’assenza di una strategia per i negoziati sulla Brexit costeranno al Regno Unito molto tempo e denaro.

Secondo il primo dettagliato studio su come il governo britannico dovrà affrontare i colloqui sulla Brexit, condotto dal think tank Institute for Government, le trattative costeranno fino a 65 milioni di sterline, principalmente a causa degli stipendi extra degli oltre 500 funzionari amministrativi che dovranno essere assunti.

Inoltre, la decisione del premier Theresa May di dividere la responsabilità delle trattative tra il ministro degli Esteri Boris Johnson, il ministro per la Brexit David Davis e il ministro per il Commercio internazionale Liam Fox “rischia di creare frammentazione, ritardi e incoerenza nelle scelte e nelle responsabilità”.

Infatti, le guerre sotterranee e le rivalità tra i ministri che cercano di controllare e indirizzare i negoziati per la Brexit faranno perdere tempo prezioso e distoglieranno l’agenda politica britannica da altri problemi da risolvere.

Le trattative con Bruxelles dureranno almeno due anni e inizieranno formalmente non appena il Regno Unito avvierà la procedura prevista dall’art. 50 del Trattato di Lisbona.

Quello che renderà difficili le trattative sarà l’abbandono del Regno Unito del mercato unico europeo, una conseguenza inevitabile, secondo i leader europei, se la premier Theresa May manterrà la sua rigida posizione sui controlli alle frontiere e non garantirà la libera circolazione di mezzi e persone con i paesi rimasti nell’Ue.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Potenti esplosioni avvertite a Mykolaiv, nuovi aiuti dagli Usa. Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, l’inverno potrebbe essere difficile”
Esteri / Mamma vegana costringe il figlio a mangiare solo frutta e verdura cruda per 18 mesi: lui muore di fame
Esteri / L’ex presidente ucraino Poroshenko a TPI: “L’Ue non ci basta, ora vogliamo la Nato. Putin? È un criminale”
Esteri / Covid, Kim Jong-un: “Il virus è stato mandato dalla Corea del Sud con i palloncini”
Esteri / Covid trasmesso da gatto all’uomo: il primo caso documentato
Esteri / Guerra in Ucraina, missili su palazzo a Odessa: salgono a 19 le vittime. Mosca: la Nato è tornata a logiche da guerra fredda
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera