Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Iran ha mandato due navi da guerra nel golfo di Aden

Immagine di copertina

Teheran ha detto che lo spiegamento è motivato dalla necessità di proteggere le rotte commerciali, ma sembra anche una risposta all'attacco americano contro gli houthi

Si complica la situazione nella acque al largo dello Yemen. Infatti, l’Iran ha schierato due delle sue navi da guerra nel golfo di Aden, stabilendo così una presenza militare che sembra voler essere una risposta all’attacco degli Stati Uniti contro le aree controllate dai ribelli sciiti houthi.

Infatti, la marina militare americana ha lanciato due missili da crociera contro le postazioni militari houthi dopo che una delle sue navi nel Mar Rosso era stata colpita per la seconda volta in pochi giorni.

Il Pentagono ha giustificato l’azione come atto di autodifesa. A sua volta, Teheran ha giustificato lo spiegamento delle due navi con l’esigenza di proteggere i battelli commerciali, in un’area marittima particolarmente trafficata.

Gli Stati Uniti sostengono la campagna guidata dall’Arabia Saudita a supporto del presidente yemenita Abd-Rabbu Mansour Hadi. Secondo Riad, Teheran invece sostiene attivamente i ribelli sciiti houthi, affermazione che la Repubblica islamica nega.

Washington rischia anche di essere implicato nelle accuse di crimini di guerra rivolte all’Arabia Saudita per i frequenti incidenti costati la vita a migliaia di civili in Yemen.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti
Esteri / Regno Unito, media: “Il tumore di Carlo III potrebbe essere più grave del previsto. Il re prepara la successione”
Esteri / Figlio del 7 ottobre, l’attivista israeliano Maoz Inon a TPI: “La guerra non fermerà il nostro sogno di pace”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti
Esteri / Regno Unito, media: “Il tumore di Carlo III potrebbe essere più grave del previsto. Il re prepara la successione”
Esteri / Figlio del 7 ottobre, l’attivista israeliano Maoz Inon a TPI: “La guerra non fermerà il nostro sogno di pace”
Esteri / Israele minaccia di ritirarsi dall'Eurovision Song Contest 2024
Esteri / Guerra in Ucraina, spiragli di tregua: Kiev ventila la possibilità di invitare la Russia a un vertice di pace
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Esteri / Netanyahu: "Voglio un accordo sugli ostaggi ma Hamas riduca le pretese". Usa, Sullivan: "Raggiunta un'intesa di fondo per una tregua"
Esteri / Reportage TPI – Non solo Gaza: viaggio nell’altra guerra ai palestinesi nei Territori occupati di cui nessuno parla