Me

Due ufficiali della Marina a processo per il naufragio nel Mediterraneo del 2013 in cui morirono 60 bambini

Sono i responsabili delle sale operative di Guardia Costiera e Marina

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 16 Set. 2019 alle 13:43 Aggiornato il 16 Set. 2019 alle 14:49
Immagine di copertina
Ufficiali soccorrono dei bambini a bordo Credit: AFP

Naufragio dei bambini migranti del 2013, due ufficiali rinviati a giudizio

Il gup di Roma ha rinviato a giudizio l’ufficiale responsabile della sala operativa della Guardia Costiera, Leopoldo Manna, e il comandante della sala operativa della Squadra navale della Marina, Luca Licciardi, in relazione al processo sul naufragio dell’ottobre del 2013, dove morirono 268 persone tra cui 60 bambini.

Si trattava di migranti siriani che scappavano dalla guerra civile.

Ai due imputati il pm Sergio Colaiocco contesta i reati di rifiuto d’atti d’ufficio e omicidio colposo.

Il processo è stato fissato al prossimo 3 dicembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Roma.

Le numerose bare dopo il naufragio del 2013
Credit: Ansa

> Le vite dei bambini morti nel Mediterraneo in una mostra