Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Nasce la Guardia Nazionale russa per combattere il terrorismo

Immagine di copertina

A capo dell’unità di 400mila soldati il presidente Vladimir Putin. Potrà essere utilizzata nella “repressione di manifestazioni non autorizzate”

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato martedì 5 aprile la creazione di una Guardia Nazionale per combattere il terrorismo e il crimine organizzato.

La forza militare sarà composta da circa 350-400mila soldati e vi confluiranno le “truppe interne”, ovvero le forze di sicurezza responsabili per calamità e grandi rischi, sia i corpi di élite della polizia.

Non risponderà più al ministro dell’Interno ma sarà subordinata al Cremlino e comandata dal capo del servizio di sicurezza del presidente, Viktor Zolotov, un fedelissimo di Putin.

Il portavoce Dmitri Peskov ha chiarito che il nuovo corpo sarà “con ogni probabilità” coinvolto anche nella “repressione di manifestazioni non autorizzate”.

“La decisione è operativa, stiamo creando un nuovo organo federale con poteri esecutivi”, ha detto Putin al termine di un incontro al Cremlino sulla sicurezza con alcuni ministri e generali.

Ha inoltre annunciato che l’agenzia russa per la lotta al traffico di stupefacenti e la polizia federale per le migrazioni passeranno sotto la competenza del ministero dell’Interno.

Lo scorso febbraio Putin aveva messo in guardia la Russia da “nemici stranieri” che starebbero tramando per interferire con le elezioni del prossimo 18 settembre e si era appellato ai servizi di sicurezza per sventare questi tentativi.

Da mesi Mosca accusa l’occidente di cercare di influenzare le elezioni in Russia incoraggiando proteste in piazza e finanziando gli avversari del presidente russo.

Gli oppositori già definiscono la Guardia Nazionale “l’esercito di Putin”, ma Il portavoce Dmitri Peskov ha sottolineato da parte sua come la riforma non c’entri nulla con “il prossimo ciclo elettorale”. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Cocaina, marijuana e funghi allucinogeni”: Harry a processo. Visto per gli Stati Uniti a rischio
Esteri / Ungheria, il parlamento ratifica l’adesione della Svezia alla Nato
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Cocaina, marijuana e funghi allucinogeni”: Harry a processo. Visto per gli Stati Uniti a rischio
Esteri / Ungheria, il parlamento ratifica l’adesione della Svezia alla Nato
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Esteri / Caso Navalny, l’entourage: “È stato ucciso perché stava per essere liberato in cambio di un ex ufficiale russo detenuto in Germania”
Esteri / Afghanistan, i talebani riprendono le esecuzioni pubbliche negli stadi: “Giustiziati tre uomini in cinque giorni”
Esteri / Iran: il cantante Mehdi Yarrahi va agli arresti domiciliari
Esteri / Biden: “Il buon sesso è la chiave per il successo di un matrimonio”
Esteri / Usa, soldato si dà fuoco davanti all’ambasciata di Israele: “Non sarò complice di un genocidio”
Esteri / Scambio di colpi tra Hezbollah e le Idf in Libano: 2 morti. Israele chiede le dimissioni del segretario generale Onu
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti