Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Narcosoldati

Immagine di copertina

Le gang messicane reclutano soldati americani

I cartelli della droga messicani si sono serviti di alcuni militari statunitensi per portare a termine omicidi su commissione e ricevere armi e addestramento.

Lo scorso 25 luglio, il soldato americano Micheal Apodaca è stato condannato all’ergastolo dal tribunale di El Paso, in Texas, per l’omicidio, nel 2009, di Jose Daniel Gonzalez-Galeana su commissione del cartello di Juarez.

Per freddare a colpi di pistola Gonzalez-Galeana – sospettato dai gangster di essere un informatore dell’agenzia governativa statunitense Immigration and Custom Enforcement – Apodaca ricevette una ricompensa di 3.700 euro.

Già l’anno scorso un caso simile era stato scoperto nel corso di un’operazione della Dea (Drug Enforcement Administration): Kevin Corley, ex tenente dell’esercito, e Samuel Walker, ex sergente, avevano proposto a due agenti della Dea che si spacciavano per membri della gang dei Los Zetas (fondata proprio da disertori dell’esercito messicano), di procurargli addestramento tattico e armi.

Per quanto episodi di collusione fra esercito e malavita non siano una novità in America, si tratta però della prima volta che soldati a stelle e strisce varcano i confini degli Usa per allearsi con criminali stranieri. Queste interazioni rischiano di fornire alle narcomafie, oltre che un bacino di sicari precisi e affidabili, una preparazione militare di qualità che le renderebbe ancora più temibili.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Esteri / Sversamento di idrocarburi a largo della Corsica: “Si rischia il disastro ambientale”
Esteri / Sudan, scarcerato Marco Zennaro: l'imprenditore italiano è ai domiciliari in hotel 
Esteri / Israele chiude la più importante organizzazione sanitaria palestinese. A rischio lotta al Covid
Esteri / Nuovi raid in Siria, bombardato un ospedale ad Afrin: almeno 18 morti
Esteri / La Regina Elisabetta taglia la torta con una spada: il video è esilarante
Esteri / È morto l’uomo con la famiglia più grande al mondo: aveva 38 mogli e 89 figli
Esteri / La variante Delta spaventa il mondo. Contagiosità, efficacia dei vaccini: cosa sappiamo