Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Myanmar, frana in una miniera di giada: oltre 160 morti, bilancio destinato a salire

Immagine di copertina
Credit: Facebook Vigili del Fuoco Myanmar

Oltre 160 persone sono morte in seguito a una frana in una miniera di giada nel nord del Myanmar. Lo riferisce il dipartimento dei Vigili del fuoco del Myanmar su Facebook. Il disastro è avvenuto giovedì 2 luglio nell’area di Hpakant, nello stato di Kachin. La frana è stata causata dalle abbondanti piogge delle ultime ore: i minatori che stavano lavorando nella cava sono stati travolti da un fiume di fango.

I media internazionali riferiscono che decine di persone sono morte nella zona negli ultimi anni: molti di loro erano appunto “raccoglitori di giada”, minatori che lavorano in condizioni notoriamente pericolose per alimentare il miliardario mercato delle pietre preziose.

Lo stato di Kachin si trova al confine con la Cina e proprio in Cina sono dirette la maggior parte delle esportazioni di giada dal Myanmar. Secondo Watchdog Global Witness, nel 2014 il giro d’affari del settore ha raggiunto una trentina di miliardi di euro, denaro che – tuttavia – quai mai finisce nelle casse dello Stato.

Le abbondanti risorse naturali del Myanmar settentrionale – tra cui giada, legname, oro e ambra – hanno contribuito a finanziare una guerra civile lunga decenni tra l’etnia Kachin e l’esercito.

Leggi anche: 1. Russia, approvata la riforma della Costituzione: Putin potrà governare fino al 2036 / 2. “Ci hanno tolto diritti e sogni”: su TPI le testimonianze dei bambini che rischiano di perdere la casa in Cisgiordania

Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Esteri / Bombardamenti israeliani nel centro di Gaza: 17 morti. L'allarme dell'Oms: "Nella Striscia rischio carestia"
Esteri / Papa Francesco: “L’ideologia del gender è il pericolo più brutto”
Esteri / Strage di civili a Gaza: il filmato dei palestinesi accalcati intorno ai camion degli aiuti
Esteri / Nella Striscia di Gaza si sta consumando una catastrofe umanitaria senza precedenti
Esteri / Putin: “L’Occidente rischia di provocare una guerra nucleare che devasterebbe la civiltà”
Esteri / Macron dopo la strage della farina: “Orrore a Gaza, cessate il fuoco subito e aiuti”. Borrell: "Inorridito da massacro"