Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Morte Attanasio, i genitori dell’ambasciatore: “Lo abbiamo saputo dai media”

Immagine di copertina

Morte Attanasio, i genitori dell’ambasciatore: “Lo abbiamo saputo dai media”

I genitori di Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano (qui il suo profilo) ucciso in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite nel Congo orientale, insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci (qui la sua storia) e all’autista, hanno saputo della morte del figlio dai media.

Lo hanno dichiarato loro stessi nel pomeriggio di lunedì 22 febbraio dalla loro abitazione di Limbiate, in provincia di Monza-Brianza secondo quanto riferito dall’inviato del Tg3, Jari Pilati.

“Ci hanno chiesto di rispettare il momento di dolore. Ci hanno detto di aver appreso la notizia della morte poco più di due ore fa dai media e non conoscono ufficialmente ancora nessun dettaglio della vicenda, e per questo chiedono di essere lasciati in pace almeno per oggi” ha dichiarato Pilati nel corso del collegamento con il telegiornale.

Quarantatre anni, Luca Attanasio era uno degli ambasciatori italiani più giovani al mondo. Secondo quanto ricostruito, il suo convoglio transitava nei pressi della città di Kanyamahoro, intorno alle 10,15 della mattinata del 22 febbraio, quando un commando armato ha assaltato il gruppo.

“Il Wfp lavorerà con le autorità nazionali per determinare i dettagli dietro l’attacco, che è avvenuto su una strada che era stata preventivamente dichiarata sicura per viaggi anche senza scorta” scrive in una nota il Wfp.

Attanasio, che era stato insignito del “Premio internazionale Nassiriya per la Pace 2020”, insiemealla moglie Zakia Seddiki (qui il profilo) anch’essa premiata in quanto presidente di un’organizzazione umanitaria che aiuta i bambini di strada, dal 2017 era capo missione a Kinshasa, nel Congo, mentre il 31 ottobre 2019 era stato confermato in Sede in qualità di Ambasciatore Straordinario Plenipotenziario accreditato in RDC.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Si è suicidato uno dei poliziotti che difesero Capitol Hill dall’assalto: è il quarto in 7 mesi
Esteri / Atene assediata dagli incendi: migliaia di abitanti e turisti costretti alla fuga
Esteri / Cadaveri per le strade, negozi in fiamme e raid aerei: migliaia di civili fuggono dai talebani nel sud dell’Afghanistan
Ti potrebbe interessare
Esteri / Si è suicidato uno dei poliziotti che difesero Capitol Hill dall’assalto: è il quarto in 7 mesi
Esteri / Atene assediata dagli incendi: migliaia di abitanti e turisti costretti alla fuga
Esteri / Cadaveri per le strade, negozi in fiamme e raid aerei: migliaia di civili fuggono dai talebani nel sud dell’Afghanistan
Esteri / Ucraina, uomo si barrica nella sede del governo e minaccia di far esplodere una bomba: arrestato
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson