Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Mike Pence ha rassicurato i leader europei sull’impegno Usa nella Nato

Immagine di copertina

Il vice presidente Mike Pence durante la Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera ha detto che l'impegno degli Stati Uniti sarà incrollabile

Il sostegno degli Stati Uniti alla Nato “sarà incrollabile”. Lo ha detto il vice presidente Mike Pence parlando ai leader europei durante la Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera.

Nel primo importante indirizzo di politica estera dell’amministrazione Trump, Pence ha detto che gli Stati Uniti saranno al fianco dell’Europa oggi e tutti i giorni. “Abbiamo valori comuni e abbiamo vittime comuni. Insieme a voi lavoriamo da generazioni per difendere la democrazia. I vostri problemi sono i nostri. Il vostro successo è il nostro”, ha aggiunto.

Ma ha detto poi che i paesi europei non hanno sempre pagato la loro parte. Questa mancanza “erode il fondamento della nostra alleanza”, ha detto Pence. 

Il vice-presidente ha sottolineato che, a parte gli Stati Uniti, solo quattro paesi della Nato hanno rispettato l’impegno preso nel 2014 di destinare il 2 per cento del Pil alla difesa.

“È giunto il momento di fare di più”, ha detto. Secondo i dati del 2016 solo Stati Uniti, Regno Unito, Grecia, Polonia ed Estonia hanno mantenuto l’impegno. 

Il presidente Donald Trump aveva avvertito in campagna elettorale che gli Stati Uniti avrebbero potuto non mantenere il loro impegno nella Nato.

Allo stesso summit, prima di Pence ha preso la parola la cancelliera tedesca Angela Merkel che ha chiesto una maggiore cooperazione tra gli Stati Uniti e l’Unione europea in particolare per quanto riguarda questioni come l’aggressività russa e il terrorismo islamista.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Bielorussia, morto in carcere oppositore di Lukashenko
Esteri / Russia, confermati gli arresti per il giornalista del Wsj Evan Gershkovich: resterà in carcere fino al 30 marzo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Bielorussia, morto in carcere oppositore di Lukashenko
Esteri / Russia, confermati gli arresti per il giornalista del Wsj Evan Gershkovich: resterà in carcere fino al 30 marzo
Esteri / Putin regala un’auto di lusso a Kim Jong-Un in segno di “amicizia”
Esteri / Julian Assange, udienza decisiva: l'ultimo appello contro l'estradizione negli Usa
Esteri / Usa pongono il veto al Consiglio di sicurezza Onu sulla risoluzione dell'Algeria per una tregua nella Striscia. Israele, ministro Smotrich: riportare a casa gli ostaggi "non è la cosa più importante"
Esteri / Ucraina, media: “Gli Usa valutano la fornitura di missili a lungo raggio ATACMS a Kiev”
Esteri / Papua Nuova Guinea, scontri tra tribù rivali: almeno 49 morti
Esteri / Regno Unito: scatta il bando totale ai telefoni cellulari nelle scuole
Esteri / Le lettere di Navalny dal carcere: "Qui non è cambiato nulla dall'Urss"