Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Migliaia di persone sono a rischio malnutrizione nelle aree controllate da Boko Haram

Immagine di copertina

Circa 65.000 persone si trovano in una situazione di "catastrofe" denominata "fase 5", secondo la scala di valutazione sulla sicurezza alimentare dall'IPC

Decine di migliaia di persone stanno morendo di fame nell’area dell’Africa occidentale in cui sono attivi i miliziani di Boko Haram. Lo ha reso noto il coordinatore dell’Onu per gli aiuti umanitari, Toby Lanzer. 

Migliaia di persone si trovano in una situazione di “catastrofe” denominata “fase 5”, secondo la scala di valutazione sulla sicurezza alimentare dall’IPC, il sistema di classificazione delle carestie. La fase 5 è caratterizzata da “fame, morte e miseria” evidenti.

Dall’inizio della loro insurrezione nel 2011, i militanti di Boko Haram hanno ucciso circa 15.000 persone e costretto alla fuga almeno 2 milioni di di persone. Dal 2014 i territori sotto il loro controllo sono stati progressivamente ridimensionati, ma i loro attacchi continuano ad essere pericolosi e mortali. 

“Non siamo riusciti a raggiungere i luoghi dove la popolazione muore di fame”, ha detto Toby Lanzer, che ha coordinato missioni umanitarie anche in Darfur, Cecenia e Sud Sudan. 

“A causa delle violenze e della mancanza di sicurezza causate da Boko Haram, la gente ha perso tre stagioni di raccolto”.

Nelle ultime settimane alcuni operatori umanitari che si erano recati in missione a Bama, hanno raccontato di aver trovato le tombe di 430 bambini, morti per malnutrizione.

“Stiamo parlando di 568.000 persone in tutto il bacino del lago Ciad che si trovano in grave rischio di malnutrizione, 400.000 di loro si trovano nel nord-est della Nigeria. Nel corso dei prossimi 12 mesi, almeno 75.000, bambini rischieranno di morire nell’est della Nigeria”, ha proseguito Lanzer.

In tutta la regione del lago Ciad, più di 6 milioni di persone si trovano in una situazione di grave insicurezza alimentare”, di cui 4,5 milioni solo in Nigeria.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Esteri / InvestEU: la Commissione Europea e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti firmano il primo accordo europeo di Advisory
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Esteri / InvestEU: la Commissione Europea e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti firmano il primo accordo europeo di Advisory
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”