Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Quasi mezzo milione di rifugiati siriani è tornato a casa nel 2017

Immagine di copertina

L'Unhcr dice però che le condizioni precarie della Siria non possono garantire una vita dignitosa e un ritorno in sicurezza nel paese

Nel 2017 quasi 500mila rifugiati sono tornati nelle loro case in Siria.

I dati dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (United Nations High Commissioner for Refugees – Unhcr) mostrano che più di 440mila sfollati siriani sono rimpatriati nella prima metà del 2017, mentre circa 31mila sono rientrati dai paesi vicini, come Turchia e Libano.

I rientri hanno coinvolto soprattutto le città di Aleppo, Hama, Homs e Damasco. Le motivazioni principali si trovano nella volontà di cercare i propri famigliari, controllare le proprietà e, in determinati casi, per il miglioramento delle condizioni di sicurezza di questi territori.

Il portavoce dell’Unhcr, Andrej Mahecic, ha parlato dell’esistenza di un “trend notevole di rientri spontanei per e all’interno della Siria”.

– LEGGI ANCHE: Non ci sono mai stati così tanti sfollati nel mondo come oggi

Le Nazioni Unite hanno mostrato un impegno maggiore nelle operazioni a sostegno dei ritorni, venendo incontro alle esigenze dei rifugiati. Tuttavia, sempre in riferimento ai dati raccolti, le condizioni precarie del paese non possono garantire un ritorno in sicurezza e una vita dignitosa.

Mahecic ha evidenziato che il numero delle persone tornate a casa sia solo una piccola frazione dei milioni di rifugiati siriani che si trovano a oggi fuori dai confini del paese. Dai dati del 2015 si evince come siano stati all’incirca 260mila i siriani rientrati, soprattutto dalla Turchia. Mentre le persone che hanno abbandonato la Siria solo nel 2016 risultano essere circa 200mila.

Dal 2011, anno in cui è iniziata la guerra civile in Siria, sono 5.5 milioni i rifugiati siriani che hanno lasciato il paese e altri 6.3 milioni gli sfollati interni.

Più di 300mila siriani sono morti nel conflitto, iniziato con le proteste contro il regime di Bashar al-Assad.

– LEGGI ANCHE: Chi controlla cosa in Siria

– LEGGI ANCHE: Io, sopravvissuto a un attacco chimico in Siria, vi racconto cosa si prova

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Esteri / Empowerment e agricoltura sostenibile: così le donne rivendicano i propri diritti nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Esteri / Empowerment e agricoltura sostenibile: così le donne rivendicano i propri diritti nella Striscia di Gaza
Esteri / Putin: “Truppe Nato in Finlandia e Svezia? Risponderemo”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia annuncia il ritiro dall'Isola dei Serpenti. Biden: sosterremo Kiev fino alla fine
Esteri / Viaggio a Suwałki: “Il posto più pericoloso del mondo”. Il reportage di TPI
Cronaca / Vertice Nato a Madrid, Biden: “Più truppe in Italia e Germania”
Esteri / La super-testimone mette nei guai Trump: “Voleva andare a Capitol Hill e unirsi alla folla armata”
Esteri / Usa, Instagram e Facebook rimuovono post che promuovono le pillole abortive
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Adesione di Svezia e Finlandia alla Nato è destabilizzante"