Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:13
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il Messico si prepara ad affrontare l’amministrazione Trump

Immagine di copertina

Il presidente messicano ha detto di voler parlare di sicurezza, migrazione e rapporti economici. Intanto, punta a diversificare i propri sbocchi commerciali, inclusa l'Ue

Il Messico ha dichiarato mercoledì 11 gennaio 2017 di voler affrontare apertamente la questione dei rapporti con gli Stati Uniti mettendo sul tavolo dei prossimi colloqui con l’incipiente amministrazione Trump prima di tutto sicurezza, migrazione e commercio, al fine di evitare uno shock economico.

Il presidente messicano Enrique Pena Nieto ha dichiarato che “tutte le questione che definiscono le nostre relazioni bilaterali saranno affrontate, inclusi sicurezza, migrazione e commercio”.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, il Messico intende infatti fare leva sui temi della migrazione e della sicurezza per ottenere rassicurazioni in campo economico.

Pena Nieto si è detto disposto a rafforzare i controlli al confine tra i due paesi, ma ha ribadito che il Messico non intende pagare la costruzione del muro che Trump ha dichiarato in campagna elettorale di voler costruire a spese del vicino.

Il presidente messicano ha assicurato che, contrariamente a quanto minacciato dal presidente eletto americano, il flusso delle rimesse dei lavoratori messicani dagli Stati Uniti al Messico non verrò interrotto.

Ha dichiarato, inoltre, che Washington e Città del Messico condividono la responsabilità di arginare il traffico di armi e fondi illeciti da nord a sud, così come della droga da sud a nord.

Diversificare gli sbocchi commerciali

L’80 per cento delle esportazioni messicane sono dirette verso gli Stati Uniti.

Il presidente eletto americano Donald Trump ha però minacciato di sottrarsi all’accordo commerciale, che per il Messico rappresenta il pilastro delle esportazioni nazionali, se non potrà rinegoziarne i termini in modo più favorevole a Washington.

Il paese centro-americano intende fare il possibile per tenere in piedi il Trattato di libero scambio nord americano (Nafta), siglato con Stati Uniti e Canada.

Tuttavia, Città del Messico desidera diversificare i suoi rapporti commerciali e ridurre la dipendenza dal vicino settentrionale.

Pena Nieto ha detto di volersi rivolgere ai mercati asiatici e latino-americani, ma anche di voler rivedere gli accordi commerciali con l’Unione europea entro i prossimi 12 mesi.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Esteri / L’uragano Ian lascia al buio Cuba e devasta la Florida: più di due milioni di persone senza corrente elettrica
Esteri / Gasdotto Nord Stream, scoperta quarta falla. Svezia: “Quarta falla causata da esplosione”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Esteri / L’uragano Ian lascia al buio Cuba e devasta la Florida: più di due milioni di persone senza corrente elettrica
Esteri / Gasdotto Nord Stream, scoperta quarta falla. Svezia: “Quarta falla causata da esplosione”
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Esteri / Ucraina, referendum in Donbass: vincono i sì con oltre il 90%
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”