Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Neanche il Covid ferma la mattanza di balene e delfini: alle Isole Faroe è ricominciata la Grindadrap

Immagine di copertina

Nemmeno l’epidemia da Coronavirus è riuscita a fermare la mattanza di balene e delfini che, ogni anno, si tiene tradizionalmente nelle isole Faroe danesi. La sanguinosa pratica, chiamata Grindadrap, è una battuta di caccia che il capitano Paul Watson, fondatore e presidente dell’ong Sea Sheperd specializzata in difesa e conservazione della fauna marina, ha definito come “un massacro ritualizzato”.

“Nonostante una pandemia globale – ha scritto Watson su Facebook – gli psicopatici assetati di sangue nelle Isole Faroe danesi continuano le loro spietate uccisioni in serie. Con il mondo sull’orlo del collasso ecologico, combattendo una pandemia globale e affrontando un futuro incerto a causa di cambiamenti climatici imprevedibili, gli ignoranti e gli arroganti in questo territorio danese non stanno lasciando che le realtà ecologiche rovinino la loro orribile ossessione per l’omicidio sadico”. Parole molto dure che accompagnano una fotografia che mostra tutto l’orrore della Grindadrap, letteralmente “uccisione della balena”: nell’immagine è possibile vedere gli animali, già a rischio estinzione, che vengono spinti dove l’acqua è più bassa per poi essere infilzati, tanto che l’acqua dell’oceano si tinge del rosso del loro sangue. Il numero di esemplari che rimangono vittime della crudele mattanza è altissimo: solo negli ultimi giorni sono state uccise oltre 252 balene pilota a pinne lunghe e 35 delfini bianchi dell’Atlantico. Secondo il presidente di Sea Shepherd, però, il numero sarebbe molto più alto.

Leggi anche:

Eolie, capodoglio rimane intrappolato nella rete illegale: “Furia” rischia la vita

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza