Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Matrimonio riparatore

Immagine di copertina

Abolita in Marocco una legge che consentiva a chi violenta una minorenne di evitare il processo sposando la vittima

La battaglia degli attivisti per i diritti umani in Marocco ha raggiunto un importante traguardo. Il Parlamento marocchino ha finalmente abolito all’unanimità la disposizione del codice penale che impediva di processare i colpevoli di stupro su minori se questi sposavano le loro vittime.

Dopo un’intensa attività di pressione dei movimenti per i diritti dei minori, l’articolo 475 del codice penale marocchino è stato emendato nella parte in cui favoriva la pratica del matrimonio riparatore tra il violentatore e le giovani ragazze minorenni. Le unioni venivano incoraggiate non solo per evitare il processo al persecutore, ma soprattutto per nascondere le ragazze dai giudizi di pubblico disonore dopo aver subito una violenza.

Matrimoni forzati di questo genere erano insostenibili e molto spesso le giovani mogli erano spinte al suicidio. Il primo caso ad aver suscitato il clamore nell’opinione pubblica è stato quello della sedicenne Amina Filali, che costretta a sposare il suo violentatore, si era uccisa dopo otto mesi di convivenza nel 2012. L’articolo 475 era stato proposto e approvato dal governo islamista un anno fa. I gruppi a difesa dei diritti umani e di genere continueranno a promuovere lo sforzo riformatore nel Paese, perchè c’è ancora molto da fare per proteggere le donne e i bambini.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)
Esteri / Marina Usa fa esplodere ordigno da 18mila chili in mare. Lo spettacolare video
Esteri / Francia, la destra moderata vince il primo turno delle regionali. Deludono Le Pen e Macron