La Malesia ha espulso Kang Chol, l’ambasciatore della Corea del Nord

La decisione dell'espulsione è stata presa dopo che l'ambasciatore nordcoreano Chol non si è presentato al ministero degli Esteri malese

Di TPI
Pubblicato il 4 Mar. 2017 alle 17:26 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 12:29
0
Immagine di copertina

La Malesia ha dichiarato l’ambasciatore della Nord Corea, Kang Chol, persona non grata, in seguito all’omicidio per avvelenamento di Kim Jon-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jon-un, avvenuta lunedì 13 febbraio 2017 durante uno scalo aereo a Kuala Lumpur, in Malesia. L’uccisione ha generato profonde tensioni tra i due paesi. 

Al diplomatico è stato chiesto di lasciare il paese nelle prossime 48 ore. “L’espulsione dell’ambasciatore nordcoreano rivela la preoccupazione del governo su come la Malesia sia stata strumentalizzata per svolgere attività illegali”, ha dichiarato il ministro degli Esteri malese in un comunicato. 

La decisione dell’espulsione è stata presa dopo che l’ambasciatore nordcoreano Chol non si è presentato al ministero degli Esteri malese, alle 6 del pomeriggio del 4 marzo 2017, nonostante fosse stato convocato.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.