Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Mamma di 3 figli muore in incidente d’auto con un pugile che fa una diretta streaming subito dopo

Immagine di copertina
Kristin Kincaid, la donna morta nell'incidente provocato dal pugile

La donna, all'ottavo mese di gravidanza, era al telefono col marito che ha vissuto la morte della moglie in diretta

Il campione di pugilato Marcos Forestal ha perso il controllo della sua auto finendo nella corsia opposta e andando addosso all’auto di una donna di 29 anni, provocandone la morte.

Subito dopo l’incidente drammatico, l’uomo è sceso dalla sua auto e ha attivato una diretta Facebook: “Ragazzi è apparsa una macchina e ho avuto un incidente”, ha detto Forestal. “Guardate cosa mi è successo, signori. Un’auto è uscita di fronte a me e guarda cosa è successo alla mia auto”​.

Nell’altra auto perdeva la vita Krystina Kincaid, all’ottavo mese di gravidanza. Il marito della donna ha vissuto la morte della moglie in diretta, al telefono. “L’urlo che ho sentito dalla sua bocca prima che entrasse in contatto mi sta perseguitando”. Così Zach Kincaid racconta il drammatico momento che ha visto protagonista la moglie.

Krystina, all’ottavo mese di gravidanza e già mamma di tre figli, è rimasta vittima, insieme al bimbo che portava in grembo, a causa di un incidente stradale su una strada californiana con un’auto guidata dal campione di pugilato Marcos Forestal. Si sospetta che l’uomo fosse alla guida ubriaco.

“Ho sentito la collisione, ho sentito tutto. Ho sentito il silenzio, ho sentito le persone che cercavano di tirarla fuori, ho sentito che c’era un incendio”. Il marito della vittima racconta la tragedia ancora sotto choc.

“La mia vita è stata piena di avversità, ma oggi provo la cosa più difficile che mi sia mai capitata”, ha scritto l’uomo in un lungo post su Facebook.

La parte più dura è stata dire ai bimbi che la loro mamma non c’era più: “Ho detto alle mie figlie e ai miei figli che un uomo ubriaco ha ucciso la loro mamma. Il dolore e la rabbia che sento dentro la mia anima sono incommensurabili, il mio cuore è spezzato. Fino a quando non incontreremo di nuovo Raven”.

Non c’è stato nulla da fare per la donna. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto hanno trovato l’auto di Krystina Kincaid che aveva preso fuoco.

Nonostante abbiano rapidamente domato le fiamme, non sono riusciti a tirare fuori la donna dall’auto: le sue gambe erano incastrate sotto il cruscotto ed estrarla è stato più difficile del previsto. La donna e il bimbo che portava in grembo sono stati dichiarati deceduti in ospedale.

Una prima ricostruzione della tragedia avrebbe confermato che il campione mondiale dei Super Bantamweight della World Boxing Federation avrebbe perso il controllo della sua auto finendo sulla corsia opposta, andando addosso alla vettura della donna.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan