Coronavirus:
positivi 13.179
deceduti 34.954
guariti 194.928

Le locuste stanno devastando l’India |Video

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 27 Mag. 2020 alle 20:15 Aggiornato il 27 Mag. 2020 alle 20:18
138

In India enormi sciami di locuste stanno attaccando le città entrando nelle case degli abitanti e distruggendo quei pochi raccolti che trovano lungo il loro tragitto. Il Paese, già funestato dagli oltre 150mila casi di coronavirus, si trova a fronteggiare una nuova calamità che aveva recentemente terrorizzato il Pakistan e l’Iran.

Secondo quanto riportato da diversi media erano 25 anni che non si vedeva un attacco simile ed erano anni che gli sciami di locuste non attaccavano diversi stati, come ad esempio il Rajasthan,  con la sua capitale Jaipur che sta riscontrando i danni peggiori, o ancora nel Gujarat, Madhya Pradesh, parti dell’Uttar Pradesh e del Maharashtra dove non si vedevano dal 1974. Inoltre la fine della stagione del raccolto ha fatto in modo che le locuste entrassero nelle città dell’India in cerca di cibo.

Locuste India, i dati FAO

Il danno maggiore riguarda certamente le zone rurali dell’India, laddove i coltivatori sono già schiacciati dal blocco indotto dalle restrizioni causa coronavirus. Secondo la FAO uno sciame di locuste sparse su un’area di un chilometro quadrato può mangiare più cibo di 35.000 persone in un giorno e uno sciame di un chilometro quadrato è composto da circa 40 milioni di locuste. Il che può rendere l’idea di quanto significativo possa essere il danno per le piantagioni indiane. Inoltre, secondo gli esperti, le locuste sono in grado di percorrere circa 150 chilometri al giorno e distruggere almeno 200 tonnellate di vegetazione.

Gli abitanti delle zone colpite hanno postato foto e video su twitter che riprendono gli spostamenti degli insetti capaci di coprire il cielo al punto da farlo diventare grigio. Si vedono terrazze completamente coperte dagli insetti, scale e corrimano inagibili per la presenza delle locuste. Alcuni utenti su Twitter hanno commentato parlando dell'”inizio della fine per l’umanità” o ritenendo il 2020: “L’ultimo anno dell’uomo sulla terra”.

LEGGI ANCHE:

1.Non solo Libia e Siria, anche le locuste potrebbero aggravare la crisi dei migranti 2. Somalia, terrificante invasione di locuste: dichiarata l’emergenza nazionale | VIDEO

 

138
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.