Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Quali sono le lingue più studiate nel mondo?

Un sito dedicato all'apprendimento di lingue straniere ha realizzato un'indagine per capire quali siano gli idiomi più o meno studiati nei diversi paesi

Di TPI
Pubblicato il 26 Set. 2016 alle 15:48 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:39
0
Immagine di copertina

Il sito web Duolingo, specializzato nell’apprendimento di
lingue straniere e diffuso in tutto il mondo con 19 diversi idiomi, ha realizzato una serie di mappe e statistiche che offrono un quadro globale delle
lingue più o meno parlate nel mondo.

Sono 120 milioni gli utenti in 194 paesi che in
questo momento stanno imparando una lingua straniera attraverso il sito, e
analizzando l’attività quotidiana di questi utenti per un periodo di tre mesi,
Duolingo ha evidenziato quali siano le lingue più studiate e in quali aree del
pianeta.

Come si può vedere dalla prima mappa, l’inglese è come
prevedibile la lingua più studiata in assoluto, tranne in luoghi madrelingua
come gli Stati Uniti o il Regno Unito, dove è lo spagnolo a risultare primo
nella classifica degli idiomi più studiati.

La lingua più studiata su Duolingo nei diversi paesi del mondo (Credit: Duolingo)
Grande successo per il francese, invece, nella mappa
relativa alla seconda lingua più popolare su Duolingo, se si fa eccezione per
la Russia, dove a quanto pare è il tedesco a farla da padrone, e per diverse
aree del mondo come Germania, Polonia, Canada, Brasile e Australia, dove lo
spagnolo surclassa la lingua di Asterix.

La seconda lingua più studiata su Duolingo nei diversi paesi del mondo (Credit: Duolingo)La terza mappa mostra, a seconda della profondità del blu, la
percentuale di utenti di Duolingo che imparano l’inglese, popolarissimo ovunque
ma soprattutto in America Latina, Medio Oriente e Sudest asiatico.

La percentuale di utenti di Duolingo che studia l’inglese in ogni paese

Un dato curioso riguarda la Svezia, dove la lingua più studiata è paradossalmente proprio lo svedese. Questo perché l’immigrazione nel paese scandinavo è salita alle stelle negli ultimi anni, e uno su sei residenti svedesi nel 2015 non è nato in quei luoghi.

Qualcosa di simile avviene anche negli Stati Uniti, in cui se l’inglese non è la prima lingua, si attesta al secondo posto visto il grande numero di immigrati, spesso di madrelingua spagnola.

Infine, un’eccezione riguarda anche il nostro paese: l’italiano
è infatti la seconda lingua più popolare in Argentina, dove circa l’11 per
cento degli utenti sta imparando la lingua, oltre il doppio rispetto alla
percentuale dei paesi confinanti. Questo perché, come molti sapranno, circa il
63 per cento della popolazione del paese, tra cui l’attuale pontefice, è di discendenza
italiana, dopo il grande flusso di immigrazione del Diciannovesimo secolo.

Questo invece il grafico che mostra quale sia il numero di studenti per le lingue più amate, in cui l’Italia, nonostante non abbia territori oltreconfine in cui sia la lingua principale, si attesta al sesto posto con 8 milioni di persone impegnate nell’apprenderlo:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.