Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

L’attentatore di Bruxelles Najim Laachraoui era un carceriere in Siria

A riconoscerlo sono stati quattro giornalisti francesi rapiti dall’Isis e liberati nell’aprile del 2014

Di TPI
Pubblicato il 22 Apr. 2016 alle 16:19 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:47
0
Immagine di copertina

Uno degli attentatori di Bruxelles, Najim Laachraoui, era il carceriere dei quattro giornalisti francesi tenuti in ostaggio dal sedicente Stato islamico in Siria tra il 2013 e il 2014.

A riconoscerlo è stato uno degli ex-prigionieri, liberati nell’aprile del 2014 dopo dieci mesi di prigionia. A dare la notizia è stato il suo avvocato.

In Siria Laachraoui era chiamato col nome di battaglia “Abou Idriass”. Insieme a lui, secondo il quotidiano francese Le Parisien, c’era Mehdi Nemmouche, il terrorista accusato di aver ucciso quattro persone al museo ebraico nel maggio del 2014.

Laachraoui è tra i morti nell’attacco suicida del 22 marzo all’aeroporto di Zaventem, mentre Nemmouche è rinchiuso in una prigione belga.

I giornalisti francesi, Didier Fran, Pierre Torres, Edouard Elias e Nicolas Henin ricordano che i due carcerieri sparirono alla fine del gennaio del 2014, quando probabilmente tornarono in Europa per preparare gli attacchi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.