Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

La app che riconosce e descrive tutte le opere d’arte

L’applicazione verrà lanciata ufficialmente a maggio 2017 e sarà possibile scaricarla sia da chi possiede il sistema operativo Android sia da chi utilizza Ios

Di TPI
Pubblicato il 25 Mar. 2017 alle 18:28 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 01:57
0
Immagine di copertina

Nel 2016 veniva ufficializzata la creazione di Magnus, la app che permetteva di scattare una foto a una qualsiasi opera d’arte e riuscire a sapere immediatamente il nome dell’artista, il titolo dell’opera e perfino il prezzo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Da pochi giorni è stata soppiantata da Smartify, una applicazione più completa in grado di riconoscere quadri e sculture: si inquadra l’opera con la fotocamera e in poco tempo si ottengono tutte le informazioni al riguardo. 

Secondo quanto riportato dal mensile scientifico New Scientist, l’applicazione verrà lanciata ufficialmente a maggio 2017 e sarà possibile scaricarla sia da chi possiede il sistema operativo Android sia da chi utilizza Ios.

Per il debutto, i titolari di Smartify hanno stipulato una partnership con il Louvre di Parigi, il Met di New York, il Rijksmuseum di Amsterdam e la Wallace Collection di Londra

Si può definire come la perfetta fusione tra Shazam, l’app per smartphone e tablet che ci consente di scoprire il titolo di una canzone semplicemente facendola registrare dal telefono, e Spotify, il raccoglitore universale di musica.

L’applicazione funziona grazie a degli algoritmi che traducono l’immagine e ripescano le informazioni catalogate al riguardo. Vengono identificati autore, anno di produzione, le tecniche e i materiali utilizzati per la creazione dell’opera. Si possono leggere, quando presenti, anche aneddoti e curiosità sull’opera. La sua interfaccia è semplice e intuitiva. E inoltre, un vasto motore di ricerca interno, consente agli utenti di creare le proprie collezioni digitali e di accedere alla cronologia delle ricerche.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.