Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La app che riconosce e descrive tutte le opere d’arte

Immagine di copertina

L’applicazione verrà lanciata ufficialmente a maggio 2017 e sarà possibile scaricarla sia da chi possiede il sistema operativo Android sia da chi utilizza Ios

Nel 2016 veniva ufficializzata la creazione di Magnus, la app che permetteva di scattare una foto a una qualsiasi opera d’arte e riuscire a sapere immediatamente il nome dell’artista, il titolo dell’opera e perfino il prezzo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Da pochi giorni è stata soppiantata da Smartify, una applicazione più completa in grado di riconoscere quadri e sculture: si inquadra l’opera con la fotocamera e in poco tempo si ottengono tutte le informazioni al riguardo. 

Secondo quanto riportato dal mensile scientifico New Scientist, l’applicazione verrà lanciata ufficialmente a maggio 2017 e sarà possibile scaricarla sia da chi possiede il sistema operativo Android sia da chi utilizza Ios.

Per il debutto, i titolari di Smartify hanno stipulato una partnership con il Louvre di Parigi, il Met di New York, il Rijksmuseum di Amsterdam e la Wallace Collection di Londra

Si può definire come la perfetta fusione tra Shazam, l’app per smartphone e tablet che ci consente di scoprire il titolo di una canzone semplicemente facendola registrare dal telefono, e Spotify, il raccoglitore universale di musica.

L’applicazione funziona grazie a degli algoritmi che traducono l’immagine e ripescano le informazioni catalogate al riguardo. Vengono identificati autore, anno di produzione, le tecniche e i materiali utilizzati per la creazione dell’opera. Si possono leggere, quando presenti, anche aneddoti e curiosità sull’opera. La sua interfaccia è semplice e intuitiva. E inoltre, un vasto motore di ricerca interno, consente agli utenti di creare le proprie collezioni digitali e di accedere alla cronologia delle ricerche.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”