Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il curdo verrà insegnato a scuola per la prima volta dopo 52 anni

Immagine di copertina

Il governo autonomo del Kurdistan siriano ha deciso di introdurre lo studio del curdo, che era stato vietato dal governo centrale siriano

Il governo del Kurdistan siriano ha deciso di introdurre lo studio della lingua curda nelle scuole. 

Dal 1963 la Siria aveva vietato l’insegnamento della lingua utilizzata nella parte ovest del Paese e chiunque fosse stato sorpreso ad insegnarla sarebbe stato arrestato.

I bambini delle minoranze presenti nel Paese – curdi, assiri e turkmeni – potevano studiare soltanto l’arabo a scuola e non la propria madrelingua.

Oggi, il Partito di unità democratica ha deciso di liberalizzarne la diffusione, inserendolo nel programma di studi dei primi tre anni scolastici e instituendolo come lingua ufficiale di apprendimento per il restante percorso di studi.

Secondo le autorità, insegnare ai bambini la propria lingua natale è indispensabile perché crescano amando la propria terra. Non la pensano allo stesso modo alcuni cittadini della zona, sebbene curdi, che sostengono che il sistema scolastico possa peggiorare di qualità e che gli iscritti potrebbero calare a causa dei nuovi programmi di studio.

Nonostante il governo siriano non abbia ancora approvato la proposta e alcuni partiti del Kurdistan siano contrari, Unità democratica ha deciso di procedere con l’attuazione del progetto.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale