Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Kazakistan, si dimette il presidente Nursultan Nazarbayev dopo 29 anni al potere

Immagine di copertina
Credit: Evgeny Biyatov / Afp

Kazakistan dimissioni presidente | Nursultan Nazarbayev si è dimesso da presidente del Kazakistan dopo 29 anni al potere. Si tratta di uno dei leader postsovietici più longevi.

Il presidente del Senato, Kassym-Jomart Tokayev, sarà presidente del paese fino alle prossime elezioni presidenziali.

Nazarbayev era stato eletto per la quinta e ultima volta nel 2015, con il 97,5 per cento dei consensi. Il presidente kazako, che oggi ha 78 anni, ha annunciato le sue dimissioni in un discorso alla tv di stato.

“Ho preso la decisione di mettere fine all’esercizio delle mie facoltà come presidente”, ha detto.

Nonostante le dimissioni, Nazarbayev avrà comunque ampi poteri nel paese, dal momento che gode dello status di “padre della nazione”, in seguito a una legge del 2018. Lo status gli garantisce anche l’immunità giudiziaria.

Nazarbayev è salito al potere nel 1989, quando il Kazakistan era ancora una repubblica sovietica ed è rimasto in carica quando nel 1991 il paese ha ottenuto l’indipendenza.

I motivi delle sue dimissioni non sono stati chiariti nel suo annuncio televisivo.

Nazarbayev è riuscito a trasformare l’economia del Kazakistan in una delle più forti dell’Asia Centrale, attirando numerosi investimenti stranieri e stringendo ottimi rapporti diplomatici con Russia, Cina, Stati Uniti e Unione europea.

Nel Paese si registrano tuttavia numerose violazioni dei diritti umani, che limitano la libertà d’espressione e di culto, come emerge dai report di Human Rights Watch.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte