Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Jeff Sessions è il nuovo ministro della Giustizia americano

Immagine di copertina

La nomina di Sessions, tacciato di essere un razzista, ha profondamente diviso il senato, che lo ha confermato con appena 5 voti di scarto

L’uomo scelto da Donald Trump per guidare il dipartimento di Giustizia è stato confermato dal senato degli Stati Uniti mercoledì 8 febbraio 2017. Jeff Sessions è quindi il nuovo segretario alla Giustizia guadagnandosi il posto con appena cinque voti di scarto: 52 senatori hanno votato a favore e 47 si sono opposti dopo un dibattito durissimo che non fa che sottolineare la profonda spaccatura in seno alla camera alta americana.

Sessions è una delle scelte più controverse del neo presidente degli Stati Uniti: conservatore, contrario all’aborto e, secondo i suoi oppositori, anche un razzista fautore della supremazia bianca.

Il neo ministro ha tentato durante i dibattiti di smentire le preoccupazioni sul suo conto, incontrando in particolare la strenua resistenza della senatrice democratica Elizabeth Warren che ha cercato di leggere in aula una lettera della vedova di Martin Luther King in cui Coretta King spiegava perché Sessions non meritasse il posto a cui era stato candidato in passato, quello di giudice federale. Il leader dei repubblicani in senato è riuscito però a mettere a tacere, o imbavagliare come è stato detto, la collega.

— LEGGI ANCHE: Tutti gli uomini (e le donne) del presidente Trump

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Esteri / La Slovenia legalizza matrimonio ed adozione per le coppie omosessuali
Esteri / Approvato nuovo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia, incluso price cap al petrolio
Esteri / Gas dalla Russia all’Italia: ripresi i flussi attraverso l’Austria
Esteri / La gaffe del generale russo: per errore svela sulla mappa l’avanzata della controffensiva ucraina
Esteri / Von Der Leyen: “Pronti a discutere un tetto al prezzo del gas utilizzato per generare elettricità”
Esteri / Guerra in Ucraina, camera delle torture a Pisky-Radkivski: rinvenuti denti d’oro. Le foto shock
Esteri / Corea del Sud, esercitazioni con gli Usa: lanciati 4 missili sul Mar del Giappone. Uno si schianta al suolo