Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Italia fanalino di coda in Ue per numero di laureati: la classifica

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Nella classifica stilata dall’Unione Europea sul numero di laureati l’Italia si posiziona penultima, peggio di noi solo la Romania.

Solo poco più di un italiano di età compresa tra i 30 e 34 anni su quattro, il 27,8 per cento, ha portato a termine la propria istruzione terziaria (universitaria o equivalente).

Nella classifica che comprende i paesi europei siamo penultimi quindi con il 27,8 per cento, ultima la Romania 24,6 per cento. I Paesi europei con più laureati sono invece Lituania 57,6 per cento, Cipro 57,1 per cento, Irlanda 56,3 per cento, Lussemburgo 56,2 per cento e Svezia 52 per cento.

C’è da dire però che l’Italia ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissata nell’ambito del programma Europa 2020, come pure tutta l’Unione Europa nel suo insieme.

L’Ue doveva raggiungere almeno il 40 per cento dei 30-34enni che avessero completato la propria educazione terziaria entro il 2020, e nel 2018 nell’Ue la percentuale è stata del 40,7 per cento.

In tutti i Paesi europei sono più le donne laureate rispetto ai colleghi uomini. Nel nostro Paese il 34 per cento dei laureati sono donne, gli uomini sono invece il 21,7 per cento.

L’Italia ha infine il 14,5 per cento di “early leavers“, cioè i 18-24enni con al massimo un’educazione secondaria inferiore che non sono impegnati in alcun programma di educazione o di formazione, la media europea è del 10,6 per cento. Sotto di noi Spagna (17,9 per cento), Malta (17,5 per cento) e Romania (16,4 per cento).

Siamo un Paese ignorante. E non ce ne vergogniamo, anzi ce ne vantiamo pure

Gli insulti su Facebook all’Inps rivelano il problema numero 1 dell’Italia: l’ignoranza

Classifica dei popoli più ignoranti: l’Italia è prima in Europa

Italia fanalino di coda per inclusione sociale di donne e bambini

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”