Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Israele vuole costruire un’isola artificiale al largo di Gaza

Immagine di copertina

Il progetto è stato presentato dal ministro dei trasporti israeliano e vuole porre fine all'isolamento della città palestinese

Il ministro dei trasporti israeliano Israel Katz ha presentato un progetto per costruire un’isola artificiale al largo delle coste di Gaza, collegata alla città palestinese attraverso un ponte e su cui sorgeranno un aeroporto, un porto e diversi edifici, tra cui alberghi.

Secondo il ministro, l’isola servirà a riconnettere al mondo il territorio palese di Gaza, che dal 2007 vive in uno stato di isolamento e di forte impoverimento. La striscia di Gaza ha visto nel 2005 il ritiro dei coloni e dei militari israeliani, ma Israele ha sempre continuato a controllare lo spazio aereo e marittimo della zona. Quando nel 2007 Hamas ha preso il potere in questo territorio, Israele e l’Egitto hanno imposto un blocco su questo territorio per evitare i rifornimenti di armi.

Il video di presentazione del progetto dell’isola racconta, attraverso la voce narrante, di come Israele sia ancora largamente visto come il responsabile della situazione di povertà in cui versa Gaza nonostante si sia ritirato da questo territorio oltre dieci anni fa.

La striscia di Gaza vede infatti un tasso di disoccupazione elevatissimo, pari a quasi il 40 per cento, e continue interruzioni dell’erogazione di energia. Il progetto di Katz, tuttavia, vuole cambiare rotta a puntare anche a cambiare l’immagine con cui spesso Israele è percepita nei confronti della situazione di Gaza.

Spesso i rappresentanti di Hamas avevano parlato della necessità della costruzione di un porto nella città e della ricostruzione del vecchio aeroporto, distrutto nel conflitto del 2001, in modo da riportare ricchezza e lavoro alla zona e porre fine al suo isolamento.

Il progetto di Katz costerebbe in tutto 5 miliardi di dollari e l’isola artificiale sarebbe in tutto grande 5 chilometri quadrati.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Esteri / Empowerment e agricoltura sostenibile: così le donne rivendicano i propri diritti nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Esteri / Empowerment e agricoltura sostenibile: così le donne rivendicano i propri diritti nella Striscia di Gaza
Esteri / Putin: “Truppe Nato in Finlandia e Svezia? Risponderemo”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia annuncia il ritiro dall'Isola dei Serpenti. Biden: sosterremo Kiev fino alla fine
Esteri / Viaggio a Suwałki: “Il posto più pericoloso del mondo”. Il reportage di TPI
Cronaca / Vertice Nato a Madrid, Biden: “Più truppe in Italia e Germania”
Esteri / La super-testimone mette nei guai Trump: “Voleva andare a Capitol Hill e unirsi alla folla armata”
Esteri / Usa, Instagram e Facebook rimuovono post che promuovono le pillole abortive
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Adesione di Svezia e Finlandia alla Nato è destabilizzante"